Vimercate, la Regione “premia” il Must

0
234

VIMERCATE – Per capire che avesse tutte le carte in regola era sufficiente una visita veloce alle sue stanze. Ed oggi – a distanza di quasi 4 anni dalla sua inaugurazione, il Must viene “premiato” con l’accreditamento regionale:  Regione Lombardia ha infatti pubblicato sul proprio Bollettino Ufficiale la Deliberazione contenente l’elenco dei musei che sono entrati nel novero di quelli considerati di qualità, in quanto rispettano i criteri espressi nelle linee guida di Regione Lombardia e garantiscono la presenza di determinati requisiti. Tra i requisiti richiesti quelli relativi alla gestione del patrimonio, agli orari di apertura, alla presenza di personale qualificato, alla realizzazione di attività didattiche.

Nell’elenco di 16 musei che avevano fatto richiesta di riconoscimento, soltanto 6 lo hanno ottenuto. E tra questi ultimi il MUST museo del territorio, che è l’unico museo a essere stato riconosciuto senza alcuna raccomandazione, mentre gli altri musei sono stati invitati a eseguire alcuni interventi o a portare alcuni miglioramenti al loro funzionamento.

Le lunghe procedure per l’accreditamento regionale sono state curate dagli operatori del MUST, che hanno prodotto la copiosa documentazione necessaria per l’avvio e la gestione dell’istruttoria da parte di Regione Lombardia.

Ha dichiarato Mariasole Mascia, Assessore alle Poltiche Culturali della Città di Vimercate: “Il dato oggettivo, che trova l’ennesima conferma in questo riconoscimento da parte di Regione Lombardia, è che appena si esce dai confini delle polemiche strumentali tutte interne alla nostra città, la qualità e la valenza sociale dei servizi offerti dal MUST ottengono un riconoscimento unanime, indipendentemente da colori e posizioni politiche, e questo credo che debba essere motivo di grande soddisfazione per tutta la cittadinanza e forse anche per chi continua a nutrire dubbi sull’opportunità del nostro museo”.

Oltre al museo vimercatese, che è l’unica nuova entrata della Provincia di Monza e Brianza, hanno ottenuto il riconoscimento la Collezione Paolo VI di Arte Contemporanea di Concesio (BS); il Museo della Guerra in Adamello di Temù (BS); le Gallerie d’Italia di Piazza della Scala a Milano; il Museo per le Belle Arti ed Esposizione Permanente (la Permanente) di Milano; il Parco e museo del volo Volandia di Somma Lombardo (VA).

Nel corso dell’autunno è prevista una cerimonia ufficiale nella sede della Regione Lombardia, nella quale ci sarà la consegna al Sindaco della targa con il riconoscimento, che potrà così essere esposta nella reception del museo. Sarà inoltre possibile utilizzare il logo “Museo Riconosciuto” dalla Regione Lombardia su tutti i materiali promozionali del museo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here