Vimercate, in biblioteca il murale dell’artista Alice Pasquini

0
301
Sarà la street artist romana Alice Pasquini a inaugurare, con una sua opera, il progetto “Esprimere Bellezza: bellezza come ricerca, approdo, sogno, segno”, che la Giunta Comunale di Vimercate  ha approvato a fine 2018, con lo scopo di offrire al pubblico conoscenza del fenomeno del graffitiamo e che sarà consegnato venerdì 28
giugno. Con il progetto “Esprimere bellezza” Palazzo Trotti intende avvicinare il pubblico a questa forma di arte attraverso la realizzazione di opere in grado di – come
si legge nella delibera – “valorizzare questa modalità di espressione della cultura giovanile in termini di creatività, ma anche di re sponsabilizzazione nella partecipazione alla vita della comunità”. Il murale sarà realizzato su una delle pareti es terne della Biblioteca di piazza Unità d’Italia. Pasquini è nata nel 1980 a Roma, dove si è diplomata presso l’Accademia di Belle Arti, completando poi glistudi in Spagna. Street artist, illustratrice e scenografa, ha sperimentato diverse tecniche, generi e media espressivi. È tra lepoche esponenti femminili affermate a livello internazionale tra i protagonisti del movimento street art. In
strada i suoi lavori spaziano dai piccoli interventi su arredi urbani, ai murales di grandi dimensioni, con una ricerca che varia dalla narrazione della vitalità femminile, lontana dallo stereotipo donna-oggetto, alle installazioni con l’uso di materiali inconsueti. I s
uoi lavori sono visibili in numerose città dove è stata chiamata a realizzare opere pubbliche di committenza statale: Sydney, Mosca, Singapore, Amsterdam, Londra, Berlino, Oslo, New York, Buenos Aires, Yogyakarta, Barcellona, Copenhagen, Marrakech, Saigon,
Roma e Napoli. Hanno parlato di lei, fra gli altri, l’International Ne
w York Times, il Wall Street Journal, La Vanguardia e Internazionale; ha partecipato
a interviste e servizi di Rai, Sky Arte e Arte tv. Fra i suoi progetti più rilevanti c’è “Under Layers”, il primo esperimento di street art in 3D realizzato a Ostia
nel 2015, collaborando con il Comune di Roma. Dal 2015 è coinvolta nella riscoperta e valorizzazione del centro antico di Civitacampomarano e come direttr
ice artistica del CVTà Street Fest dal 2016. Ha esposto al Saatchi Gallery di Londra, all’Ambasciata Americana e al MACRO – Museo di Arte Contemporanea di Roma, al Mutuo Centro de Arte di Barcellona e all’Espace Pierre Cardin di Parigi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here