Ville Aperte in Brianza, chiusa un’edizione record

0
218

Oltre 50 mila visitatori per 140 luoghi aperti visitabili per 35 giorni sparsi in 61 Comuni di 4 Province: Monza e Brianza, Lecco, Como e Milano,  oltre 500 volontari e incassi da 250 mila euro. Numeri importanti e da record quelli della special edition di Ville Aperte in brianza la grande kermesse organizzata nell’ambito del progetto di promozione territoriale, “Meet Brianza Expo_Fuori Expo in Brianza” conclusa domenica scorsa. La visita guidata che ha riscosso maggior successo si conferma  La Villa Reale di Monza con 10.486 i visitatori complessivi registrati ; grande exploit anche per i siti della Provincia di Lecco che hanno registrato 8.755 presenze complessive, in aumento di 2693 unità rispetto al 2014 (+39%): in particolare Oggiono ha registrato 1521 presenze, Civate con la Basilica di San Pietro al Monte e il complesso di San Calocero e la Casa del Pellegrino ha raggiunto i 1.473 visitatori. Di rilievo anche i risultati di Vimercate che con 2761 visitatori complessivi si conferma il Comune al top per record di presenze. Si segnalano, poi, i 2104 visitatori che hanno ammirato Villa Arconati a Bollate nei weekend di apertura, i 600 visitatori del Complesso Borromeo d’Adda ad Arcore, i 596 che hanno affollato Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno e gli oltre 550 turisti rimasti affascinati dall’unicità della Centrale Esterle di Cornate d’Adda. Ci sono stati anche 222 i partecipanti dei percorsi a piedi e delle biciclettate organizzate per le uscite guidate con laboratori e possibilità di visita. «Questa volta Ville Aperte ha superato se stessa, confermando il successo di un format che si consolida e sa rinnovarsi anno dopo anno – commenta soddisfatto il Presidente Gigi Ponti – Devo ringraziare i tanti Comuni che hanno accettato con entusiasmo la sfida organizzativa proposta e che hanno dimostrato, ancora una volta le potenzialità turistiche, culturali e ricettive della Brianza tutta: da un bilancio così positivo è necessario ripartire per guardare al futuro».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here