Videosorveglianza a Sesto, pronto il nuovo piano

0
480
Pronto il piano di implementazione del sistema di videosorveglianza sul perimetro comunale di Sesto San Giovanni. In questi mesi ci sono stati numerosi incontri e sopralluoghi per verificare la fattibilità del progetto che ora verrà sottoposto al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per una valutazione. Il progetto è stato elaborato dalla Polizia Locale e dal settore lavori pubblici in sinergia con la società OpenFiber e prevede il collegamento, mediante l’utilizzo della rete di fibra ottica, dei 27 punti situati sul territorio di Sesto San Giovanni. La rete prevista prevede un’estensione globale di circa 20 km,

L’evolversi della tecnologia, le necessità di controllo al fine di prevenzione e repressione nonchè la necessità di garantire una maggiore sicurezza urbana ai cittadini hanno portato l’amministrazione comunale alla decisione di procedere con un’implementazione dell’attuale sistema di videsorveglianza.
Con questo intervento si propone di migliorare e rafforzare la qualità della vita delle persone a partire dalla tutela della loro incolumità fisica e dei propri beni materiali, utilizzando moderne tecnologie. Il Comune intende realizzare un sistema di telecamere full hd di lettura targhe, con telecamera di contesto ed ocr integrato composto da circa 51 telecamere da collocarsi ai 27 varchi di accesso e uscita dalla città.
“Ringrazio la polizia locale e gli uffici comunali per l’ottimo lavoro di stesura del progetto – commenta il sindaco Roberto Di Stefano – che ora verrà valutato dalla prefettura al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Riteniamo prioritario portare avanti questo piano, frutto di un impegno elettorale, che va nella direzione di garantire maggior sicurezza ai sestesi e di blindare il territorio con un sistema di videosorveglianza connesso e di ultima generazione a tutti i varchi della città. Il sistema di lettura targhe consentirà di gestire in maniera automatica l’individuazione di eventuali veicoli rubati, non assicurati o presenti in determinate liste in mano alle forze dell’ordine. In questo modo potremo avere un sistema moderno in grado di garantire un controllo approfondito di chi entra ed esce dalla nostra città, nell’ottica di una maggior sicurezza urbana”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here