Viaggi, i millennials chiedono qualità

0
377

I Millennials continueranno ad influenzare i comportamenti e le attitudini delle altre generazioni. Un dato certo per Silvia Andreani, Senior Client Executive, Trends Expert Brand Strategy & Guidance Kantar Insights Division che ne ha parlato nel convegno “The new sharing experience: le nuove frontiere del viaggio” di Gattinoni Travel alla BIT 2020: “I Millennials, ragazzi tra i 23 ed i 36 anni, sono oggi in Italia l’11,2%*; una fetta importante della popolazione soprattutto quando si pensa che hanno un impatto rilevante sul nostro modo di vivere e sui brand”. Socialità Trasparenza Immediatezza Libertà Esperienza : questi i dettami del loro comportamento nato nel web e poi inserito nella vita reale. Il 77% degli under 30 italiani è intenzionato ad investire denaro in un’esperienza/acquisto di quelle che si fanno una volta sola nella vita. Il viaggio non è apparenza ma è uno stile di vita, un viaggio esperienziale: si ricerca l’autenticità e l’esclusività che arricchiscono il viaggiatore. Inoltre il 72% dei Millennials è preoccupato che la tecnologia lo distragga dal vivere il momento. E questo si traduce nel desiderio di volersi scollegare, di prendere una pausa dalle proprie vite digitali per poter vivere il momento presente. Siamo nell’era dove staccare dalla propria routine è «spegnere i device» e non essere raggiungibile, anche solo per poche settimane, rappresenta un lusso vero e proprio. Il 70% dei Millennials si sente di poter fare la differenza nel mondo attraverso le proprie scelte ed i propri comportamenti. Il viaggio abbraccia una dimensione altruistica e si scelgono viaggi di positive change: sostenibilità ambientale e supporto alle comunità locali. Infine il 47% degli under 40 vuole avere prodotti che vengano anche costruiti su sé stessi. Il mondo sta cambiando e così anche il modo di scoprirlo: conclude AndreaniI Millennials sono avamposti nel futuro e vogliono essere sempre più protagonisti, vogliono vivere esperienze sempre più intense che lascino un impatto nella società e nell’ambiente, vogliono un viaggio che permetta loro di uscirne trasformati, vogliono essere davvero al centro del proprio viaggio: i brand e gli operatori che lavorano in questa industry devono tenere conto di questo mindset per poter dialogare con i Millennials, capirli, rispondere alle loro esigenze e così eccellere nel mercato”.Il convegno è proseguito con la presentazione di MatePacker, la risposta di Gattinoni a questa rivoluzione in atto; una nuova linea di prodotto disegnata per intercettare il cambiamento. “Seguendo i focus group promossi dal nostro Gruppo e analizzando ricerche internazionali che hanno approfondito lo studio dell’evoluzione del mercato, Gattinoni si è strutturato e ha creato una nuova linea di prodotti pensata per raggiungere un target di clientela che non trovava sul mercato un prodotto rispondente ai nuovi bisogni emersi anche dall’analisi di Kantar; inoltre ci siamo impegnati per colpire un segmento di clientela che non si rivolge alle agenzie di viaggio”. Ha aggiunto Marco Ferrari, referente MatePacker che propone 30 itinerari evento, pensati per giovani dai 25 ai 45 anni, che, per scelta o per condizione temporanea, viaggiano da soli, con il desiderio di vivere e condividere esperienze insolite con altre persone, accumunate, non semplicemente dall’età ma, dagli stessi interessi.Dal trekking sulle cime del vulcano Tenorio in Costa Rica ai picnic tra i templi di Angkor in Cambogia, ma anche escursioni in bicicletta e a cavallo in Indonesia alternate con cooking lesson in case private oppure kayaking, mountain biking e rock climbing in Laos, i circuiti di MatePacker alternano momenti liberi ad attività programmate o da programmare direttamente in loco; ad accompagnare i gruppi una guida locale, esperta del territorio e in target per età e interesse con i partecipanti. Per facilitare le opportunità di condivisione e conoscenza, i pernottamenti sono proposti in camere doppie ma non è esclusa la possibilità di soggiornare in singola con un supplemento. Isabella Maggi di gattinoni ha detto: “Tutti questi viaggi saranno prenotabili da marzo su MatePacker.it , ma per incentivare i Millennials a utilizzare il canale agenziale, gli itinerari saranno disponibili presso una selezione di agenzie Gattinoni Mondo di Vacanze ad un prezzo più basso rispetto all’online e con una serie di plus aggiuntivi. A sostegno del nostro nuovo prodotto abbiamo, inoltre, definito un piano di comunicazione dedicato con azioni mirate per intercettare questo target che si svilupperà prevalentemente sui social media e digital.
Con sede a Milano, il Gruppo Gattinoni ha diverse sedi operative: MICE (Milano, Lecco, Torino e Roma), Business Travel (Monza, Milano, Bologna, Torino e Roma), e 30 agenzie di proprietà nel Nord e Centro Italia. Inoltre, il network conta quasi 1500 agenzie affiliate in Italia, Svizzera e San Marin

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here