Via alla sperimentazione del vaccino targato Takis e Rottapham Monza

0
234
I primi volontati sani hanno ricevuto lunedì 1 marzo la dose iniziale del vaccino a DNA contro COVID-19 (COVID-eVax) ideato da Takis e sviluppato in collaborazione con Rottapharm Biotech, l’azienda monzese del farmaco. La Fase 1 coinvolgerà 80 volontari sani divisi in 4 gruppi con dosi diverse somministrate con o senza richiamo, mentre in Fase 2 si raggiungeranno fino a 240 soggetti sulle dosi più promettenti. Un vaccino sviluppato quindi interamente in Italia, partendo dalla ditta della famiglia Rovati di Monza, e che si avvale anche di un consorzio prestigioso di centri clinici italiani per la Fase 1 e la Fase 2 della sperimentazione clinica. A partecipare allo studio sono infatti l’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale di Napoli, l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma e l’Ospedale San Gerardo di Monza in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. I tre centri clinici sono coinvolti in tutte le attività dello studio, ma ciascuno ha responsabilità maggiori su uno dei tre aspetti principali della sperimentazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here