via Adriano, ecco il nuovo parco tra Milano e Sesto

0
354

SESTO SAN GIOVANNI – E’ milanese per una questione di pochi metri, ma proprio sul confine di Sesto e quindi una gradita novità per gli abitanti della zona… E’ il nuovo parco del quartiere Adriano, nell’area ex Magneti Marelli, un  polmone verde di oltre 51 mila metri quadrati in città – grande quanto sette campi di calcio e con quasi 500 alberi – inaugurato ieri dalla vicesindaco di Milano Ada Lucia De Cesaris.

L’apertura di questo Parco è un passo avanti importante,  per un quartiere che sta chiedendo da tempo di  tornare ad una situazione urbana di qualità grazie a interventi che fino a pochi mesi fa sembravano destinati a non essere mai conclusi.  Molte sono ancora le cose da risolvere e da affrontare, l’apertura del parco  è un primo risultato, ci aspettano ancora tante sfide ma con il giusto passo  stiamo superando  l’abbandono provocato da errate scelte del passato. Vogliamo restituire ai cittadini un quartiere di qualità”  così ha commentato la vicesindaco.

Un’area verde dal disegno contemporaneo, con spazi di incontro, percorsi accessibili a tutti e attrezzature adatte a ogni età, a disposizione degli abitanti della zona, ma non solo. Al centro la zona più ampia e aperta: un grande prato di quasi 39 mila metri quadrati, circondato da zone alberate che formano un sistema di verde “naturale”. Questa parte, vero e proprio cuore del parco Adriano, offre spazi per il gioco, le attività legate alla salute e al benessere come lo jogging, il riposo e lo svago: un chiosco integrato nel verde è adibito a ristoro e servizi, e offre anche un’area con pergolato per la consumazione di cibi e bevande.

Ai lati le attrezzature per il gioco dei bambini e per la sosta, spiazzi e sedute, campi per il gioco delle bocce, pergole per l’incontro e la socializzazione di anziani, giardini fioriti e architetture vegetali. Prevista anche un’area cani.

Caratteristica importante: il parco Adriano è stato progettato e realizzato senza ostacoli o barriere, ed è quindi fruibile da tutti. La riconoscibilità tattile e la superficie dei percorsi per camminare nel verde, inoltre, agevolano l’orientamento e garantiscono un’accessibilità ottimale per persone con disabilità, non vedenti, anziani, bambini, carrozzine.

Ampia la dotazione di arredi, solidi e resistenti: 127 panchine in legno tipo Milano, pergolati con panche e tavoli, 39 cestini e fontanelle. Per i giochi dei bimbi sono stati realizzati 16 complessi specifici con una robusta struttura in legno di pino, tipo castello, con casetta a due piani, ponte sospeso, torre e scivolo a doppia onda, struttura di arrampicata con rete e pioli in legno di betulla e trave di sospensione anch’essa a pioli.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here