Vedano, grande successo per “6 ruote di speranza”

0
464

Domenica 1 novembre 2015 l’Autodromo Nazionale di Monza ha fatto nuovamente da sfondo alla storica manifestazione “6 ruote di speranza”, giunta quest’anno alla sua XXIX edizione. L’evento, che ha lo scopo di far provare ai ragazzi con disabilità provenienti da tutta Italia l’emozione di salire su una vera auto da competizione e girare sulla pista dell’autodromo di Monza, è stato anche quest’anno un vero successo. Questo interessante progetto è nato nel 1986 quando Leonardo Baldinu della U.I.L.D.M. di Monza chiese al Ferrari Club di Varedo di avere la possibilità di vivere da vicino le emozioni del circuito dell’Autodromo di Monza e nel corso degli anni è cresciuto notevolmente fino a connotarsi come un appuntamento imperdibile e atteso con grande trepidazione da tanti ragazzi con disabilità e dalle loro famiglie. L’affluenza all’evento è elevata: hanno partecipato a questa edizione circa 5000 persone tra ragazzi, accompagnatori e curiosi: è importante dunque che ogni aspetto della manifestazione sia sempre organizzato al meglio. L’associazione “Amici dell’Unitalsi” di Vedano al Lambro riveste da qualche anno un ruolo importante a questo livello connotandosi, grazie ai suoi volontari e agli automezzi che mette a disposizione, come punto di riferimento e di supporto per Unitalsi Lombarda. “L’oratorio di Vedano al Lambro ha rappresentato per questa edizione della manifestazione un’importante base logistica per i 200 ragazzi con disabilità e i loro accompagnatori provenienti da tutta la Lombardia, che hanno partecipato all’evento” racconta Franco Villa, presidente dell’associazione Amici dell’Unitalsi “L’oratorio ha fatto prima, alle 7.30 di mattina, da punto di ritrovo per andare all’autodromo e poi ha ospitato i ragazzi e gli accompagnatori a pranzo. Alle 16.30 si è celebrata nella chiesa parrocchiale la S. Messa a loro dedicata e poi, al termine di essa, abbiamo mangiato le castagne in compagnia dagli Alpini. Ogni anno coloro che partecipano alla manifestazione aumentano sempre più” spiega Franco Villa “quest’anno abbiamo raggiunto il numero massimo di capienza di 200 persone; sulla base di questo successo e vista l’intenzione futura di altre associazioni di far base da noi, l’anno prossimo, penseremo per la XXX edizione dell’evento a nuove soluzioni sempre più funzionali e in linea con l’inarrestabile successo di questa manifestazione”. Sul successo della manifestazione concorda anche Leonardo Baldinu, oggi presidente della U.I.L.D.M di Monza, associazione che segue e promuove l’organizzazione dell’evento: “Anche quest’anno la manifestazione è stata un vero successo e tante nuove proposte e attività hanno contribuito ad arricchirla. Oltre ai 320 piloti che hanno partecipato guidando sia auto d’epoca che auto di notissimi brand come Ferrari e Lamborghini, molto importante è stato anche il contributo di pompieri, polizia, carabinieri e aeronautica che hanno messo a disposizione alcune delle loro auto più belle e materiale di vario tipo come attrezzature d’epoca, parti e sezioni d’aereo da osservare e addirittura due elicotteri.”

A rendere la giornata ancor più emozionante hanno infine contribuito anche i go-kart, le macchine telecomandate, la mongolfiera e il simulatore di volo Boing 737.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here