Vandali alla scuola Sardegna, pulisce anche la Giunta!

0
529

Durante l’estate era stata appena ristrutturata. Poi, per due notti consecutive, in questa settimana, è stata devastata dai vandali. Estintori aperti e svuotati a terra, muri imbrattati e persino un falò nelle aule. La Scuola Sardegna del quartiere Crocetta è stata distrutta da ignoti vandali e adesso l’amministrazione comunale, insieme a genitori e privati cittadini, ha deciso di ripulirla. Ieri si è tenuto un incontro tra il sindaco Siria Trezzi, l’assessore Letizia Villa e il preside Luigi Leo che hanno verificato i danni e dato inizio all’opera di ri qualificazione. Domani mattina, sabato, nella giornata di scuola aperta volontari e operatori si ritroveranno a pulire e sistemare i danni. Tra questi anche gli assessori della Giunta Trezzi e lo stesso sindaco che, attrezzati di tutti gli strumenti necessari, dalle 10 daranno una mano nella pulizia delle aule, dei corridoi e del materiale scolastico. Con loro anche il personale scolastico, i genitori dei bambini, i volontari dei comitati di quartiere e della parrocchia San Pietro Martire che, nei giorni scorsi, insieme all’Amministrazione comunale, avevano lanciato un appello a tutti gli abitanti della Crocetta per aiutare a ripulire l’istituto prima dell’inizio delle lezioni, dando anche un segnale concreto di affezione e appartenenza al quartiere, nonché di opposizione al vandalismo che danneggia il bene comune. Un appello subito raccolto anche dai Comitati genitori delle altre scuole cittadine e dai giovani profughi ospitati presso il Comitato locale della Croce Rossa e al Brodolini: 8 ragazzi che si sono resi disponibili per dare una mano nella pulizia della scuola.

 Nel frattempo è già al lavoro una squadra di addetti di un’impresa di pulizia che, per conto dell’Amministrazione comunale, nella giornata di oggi e di domenica 6 settembre effettueranno gli interventi straordinari necessari. “Una bella risposta dopo gli atti vandalici dei giorni scorsi: ringraziamo tutti coloro che nelle prossime ore lavoreranno per consegnare ai bambini della Scuola Sardegna un ambiente pulito ed ospitale  – ha sottolineato l’assessore alle Politiche educative Letizia Villa -. Al più presto verrà riattivato il sistema di allarme per evitare che episodi analoghi si ripetano in futuro e verranno ripristinati anche gli estintori, vigliaccamente svuotati dai vandali. Un ringraziamento va all’azienda locale che si è resa disponibile per fornire gratuitamente alcune dotazioni antincendio”.  A sottolineare il fatto che l’allarme non era suonato perché non c’è e che mancano dotazioni di sicurezza preventive il consigliere della Lega Nord Giacomo Ghilardi:«Servono telecamere, bisogna investire nella sicurezza, non possono succedere fatti così». Naturalmente le indagini per scoprire i responsabili sono in corso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here