Uccise un clochard per difendere il cane, condannato a sei anni

0
300

Omicidio preterintenzionale. Questa l’accusa con la quale è stato condannato a sei anni di carcere Rocco Rendina, il milanese di 22 anni che ad ottobre del 2014 uccise un clochard romeno davanti ad un pub di Cusano Milanino. La Corte d’Assise di Monza ha rivisto la richiesta del pm Flaminio Forieri che era di 14 anni e ha ridotto la pena riconoscendo la non volontaretà del gesto che uccise Ioan Papa, il 52enne senzatetto molto conosciuto in città. Il fatto risale alle due di notte del 15 ottobre. I titolari del pub Blue Ship di via Ferrari avevano appena chiuso la saracinecsa, ma poi tornati sul posto perché avevano dimenticato una bottiglia, trovano Ioan a terra agonizzante. Scattano i soccorsi e le indagini. Il rumeno, che muore dieci ore dopo è stato picchiato selvaggiamente o si è trattato di un incidente. La sua bicicletta appoggiata al muro e le immagini delle telecamere fanno pensare che si sia trattata di un’aggressione. E’ il telefonino di Rocco Rendina che aggancia la cella del pub alle 2.20 a tradire il ragazzo. all’inizio gli amici negano di averlo visto sul posto, ma poi lui confessa: non volevo fargli del male, aveva solo infastidito il mio cane e mi ha dato fastidio. Il giovane che era stato anche ai domiciliari, ora dovrà tornare in carcere ed è stato anche interdetto dai pubblici uffici per sempre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here