Tragedia di Francia, polemiche a Sesto gemellata con Saint Denis

0
270

Un appello promosso dalla Lista Civica Sesto nel Cuore che  impegnava il Sindaco e la sua maggioranza ad un’iniziativa pubblica di coinvolgimento di tutta la città e in particolare di tutte le comunità religiose presenti nel territorio in un tempo nel quale sono aumentate le preoccupazioni fra i cittadini e ad ogni momento vengono fatte dichiarazioni fortemente polarizzate.Un appello che non è stato accolto nè sottoscritto dalla maggioranza e che, tuttavia, sta provocando polemiche anche nell’opposizione. «Una vergogna che offende tutti noi e smentisce la prudenza dello stesso Pd nazionale – dichiarano i consiglieri Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Marco Lanzoni di Sesto Nel Cuore – in un momento in cui dovrebbe prevalere lo spirito di riconciliazione ed evitare la caccia al nemico. Abbiamo chiesto al Sindaco e al suo partito di prendersi delle responsabilità e siamo basiti di fronte al no preconcetto e ottuso della maggioranza. La vicenda incresciosa di ieri sera è un precedente inedito di questo governo locale incapace persino di unire le sensibilità etico-morali dei suoi cittadini». I rappresentanti di Sesto Nel Cuore avevano poi aggiunto che all’appello si aggiungeva anche le altre forze di opposizione tra cui Giovani Sestesi e i rappresentanti della destra e di Forza Italia. Ma Paolo Vino dei Giovani Sestesi ha precisato: «L’attacco terroristico francese è una tragedia che merita solidarietà, attenzione, partecipazione, una tragedia che non dovrebbe avere colori, preferenze politiche, ma solo rispetto – ha scritto – Purtroppo però apprendo con rammarico che un argomento tanto delicato e importante è diventato teatro di strumentalizzazione per i soliti; l’idea promossa da Sesto nel cuore, di un’iniziativa pubblica per sottolineare il no allo scempio avvenuto a Parigi, era stata accolta con entusiasmo da parte dei Giovani Sestesi a patto che lo scopo di tale iniziativa fosse condivisa da maggioranza e opposizione senza alcuna speculazione politica, ma ciò non è avvenuto quindi esprimo un personale pensiero di vicinanza e solidarietà agli amici della città di Saint Denis con i quali la nostra città è gemellata». Insomma una divisione di concetto, ma a chi giova? Tanto più che il Comune, oggi stesso, nella mattinata ha diramato il suo comunicato: «Il Sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò esprime “agli amici di Saint Denis e al sindaco Didier Paillard, a nome di tutta la nostra città, la vicinanza a fronte dei terribili fatti che si sono venuti a creare. Conosciamo bene i valori di libertà, solidarietà ed eguaglianza che sono alla base della vita della comunità francese e specialmente della città a noi gemellata e siamo certi che, anche in queste ore drammatiche, sapranno reagire con il massimo rigore e determinazione, senza dimenticare i propri valori».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here