Torna il must del turismo in Brianza, aperti 136 beni culturali

0
1017

Al via la XV edizione di Ville Aperte in Brianza, la manifestazione promossa dalla Provincia di Monza e della Brianza che ogni anno permette di scoprire piccoli e grandi gioielli del patrimonio culturale della Brianza, con aperture straordinarie e visite guidate nel periodo dal 16 settembre all’1 ottobre, con la conferma domenica 24 settembre come giornata principale della manifestazione, come da tradizione.La rassegna si svolge in collaborazione con le Province di Como e di Lecco, che hanno il ruolo di raccordo con i rispettivi territori. Complessivamente, dunque, Ville Aperte in Brianza interesserà 64 Comuni, di cui 34 comuni MB, 6 comuni di Como, 21 di Lecco, e 3 comuni della Città Metropolitana di Milano. Ad animare le attività, insieme agli enti pubblici proprietari dei beni, altri numerosi partner tra associazioni e fondazioni culturali del territorio.
Complessivamente sono 136 i beni aperti al pubblico, con 12 nuove aperture che si affiancano ai siti presenti già dagli anni scorsi:obiettivo è raggiungere e superare le 21mila presenze registrate nell’edizione precedente.
Ville Aperte 2017 ha ricevuto il patrocinio istituzionale dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in attesa della conferma di adesione da parte del Presidente della Repubblica. La Regione Lombardia, attraverso l’Avviso Unico Cultura 2017, ha assegnato alla manifestazione un contributo di 20.000 euro.Per migliorare l’esperienza di visita da parte del pubblico, quest’anno è stato organizzato un primo percorso formativo sperimentale rivolto ai proprietari e gestori dei beni visitabili. Il corso, con l’obiettivo di sviluppare le capacità organizzative e di accoglienza e di proporre standard condivisi per le visite, ha visto la partecipazione di funzionari pubblici e operatori privati, che hanno preso parte a lezioni e iniziative laboratoriali dedicate alla progettazione e organizzazione della visita, alla gestione dei volontari, alla trasmissione dei contenuti e relazione con il pubblico, alla comunicazione on e offline.
Le new-entry di Ville Aperte 2017 sono 12 , la maggior parte nel territorio della Brianza monzese, a partire dalla città capoluogo, Monza, dove grazie all’attività della locale delegazione del FAI sarà possibile visitare il complesso di San Gerardino. A Briosco altri due siti privati saranno visitabili, i Mulini di Peregallo e la Fornace Artistica “Riva”: entrambi propongono visite guidate in forma laboratoriale, adatte anche a famiglie con bambini. A Brugherio sarà possibile visitare “Villa Sormani”, bell’esempio di barocchetto lombardo. La chiesa di Sant’Eugenio, risalente all’VIII secolo, sarà visitabile a Concorezzo. Lentate sul Seveso organizza quest’anno nella frazione di Copreno le visite all’Oratorio di Sant’Alessandro. Ancora nella Brianza monzese, per la prima volta sarà possibile visitare Villa Dho a Seveso, mentre a Sovico si svolgeranno le visite guidate alla Chiesa Vecchia con la collaborazione del comitato parrocchiale. Un nuovo sito visitabile anche a Vimercate, nel cui territorio Ville Aperte è nato nel 2003: domenica 24 settembre ci saranno visite guidate al Parco di Villa Santa Maria Molgora.
Un’altra novità è rappresentata dalla visita dell’area dell’Ex CRAL Antonini Corberi all’interno del Complesso Architettonico di proprietà provinciale adiacente a Villa Pusterla al Mombello di Limbiate. Si tratta di uno spazio che racconta la storia più recente di un sito dalle alterne vicende, con visita esterna ai locali dove i dipendenti dell’ex ospedale psichiatrico svolgevano le attività ricreative insieme alle proprie famiglie.
Alcune new-entry anche nel territorio lecchese, con l’apertura a Montevecchia dell’Oratorio di San Bernardo, a Cremella Villa del Bono, a Oggiono la Cascina Ghisolfa, a Olgiate Molgora Villa Maria di Mondonico mentre nella Brianza comasca, con l’adesione di Cabiate con Villa Padulli.
Sempre ricca è l’offerta della Città di Monza, dove sarà possibile visitare il Museo del tesoro del Duomo di Monza (con tariffa ridotta presentando il biglietto di Ville Aperte in Brianza), i Musei Civici, la Saletta Reale. Grazie all’attività dell’Associazione Guidarte saranno visitabili la sede Rai Way nel Parco di Monza, la Cappella Espiatoria, Villa Torneamento. I volontari della Delegazione di Monza del FAI, oltre ad essere impegnati nella nuova apertura del Complesso di San Gerardino, anche quest’anno accompagneranno i visitatori a conoscere la Quadreria dell’Azienda Ospedaliera San Gerardo. Un discorso a parte merita la Villa Reale di Monza, dove grazie alla collaborazione fra il Consorzio Reggia di Monza e Nuova Villa Reale e la collaborazione della Camera di Commercio di Monza e Brianza, sarà possibile visitare l’intero complesso del Piermarini con un biglietto cumulativo a prezzo ridotto, arricchito da una visita accompagnata alla Mostra fotografica Sony World Awards allestita negli Appartamenti Privati e accedere liberamente al Triennale Design Museum allestito presso il piano Belvedere.
Il Museo della Triennale al Belvedere della Reggia sarà inoltre sede martedì 19 settembre di un incontro straordinario dedicato al design con Gillo Dorfles uno dei protagonisti che hanno segnato la storia nel Novecento. Durante l’appuntamento, saranno proiettati e commentati alcuni spezzoni del video “La guerra del tempo”, dedicato allo stesso Dorfles e alla sua esperienza artistica straordinaria dal regista Francesco Leprino.
“Storie dimenticate”, un progetto editoriale che si propone di raccontare la storia dei luoghi dimenticati della Lombardia, un racconto fatto di parole e immagini a ritroso nella memoria del territorio (www.storiedimenticate.it). Fra i beni mappati dal progetto in Brianza vi sono, tra gli altri, l’ex Ospedale Psichiatrico di Mombello e la cittadella del divertimento di Consonno. Domenica 24 settembre, a margine della visita a Villa Pusterla di Limbiate, si potrà proseguire l’esplorazione dell’area per scoprire le storie di un luogo entrato nell’identità e nella memoria collettiva di quei territori.
Le visite guidate si effettuano su prenotazione. Una volta scelti i beni da visitare, è possibile prenotare sul sito web www.villeaperte.info a partire dal 7 settembre. Il costo del biglietto è di 4 € a persona, Attraverso l’hashtag #VilleAperte17 è possibile seguire gli aggiornamenti sulla manifestazione anche su Twitter con info, foto, orari. In collaborazione con Igers Brianza verrà incentivata la creazione di un photobook collettivo e condiviso del patrimonio culturale della Brianza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here