Tari a Sesto, Lamiranda (FdI): Oltre al danno la beffa…

0
280

SESTO SAN GIOVANNI – Caos Tari a Sesto. Lo denuncia il capogruppo di Fratelli d’Italia Antonio Lamiranda che, a seguito dei bollettini errati inviati ai sestesi torna ad attaccare il sindaco Chittò e la sua giunta: “Ennesimo scivolone della giunta Chittò (ormai non si contano neanche più…). Questa volta sulla TARI. Gran parte dei bollettini inviati dagli uffici comunali ai cittadini per il pagamento del tributo entro il 31 ottobre sono sbagliati avendo l’amministrazione settore tributi usato dati anagrafici non aggiornati perché come sempre il braccio destro non sa quello che fa il sinistro. Così per i cittadini oltre al danno (l’esborso per il tributo) la beffa di mettersi in coda per ore agli uffici per fare rettificare i bollettini e le somme indicate. La circostanza mi era stata segnalata da qualche giorno da un paio di noti commercialisti di Sesto a cui molti dei loro clienti si sono rivolti per lamentarsi dei macroscopici errori”.

“E’ evidente che i conti adesso non torneranno perché se l’assessore alla partita ha sviluppato le coperture sulla base di dati sbagliati difficilmente riusciranno ad arrivare alla somma messa a bilancio. Chiedo quindi al Sindaco Chittò di sospendere immediatamente l’esazione della TARI, di riallineare tutti i dati dell’anagrafe con quelli dell’ufficio tributi (a proposito cosa spendiamo a fare centinaia di migliaia di euro di soldi dei contribuenti per sistemi informatici inefficienti !!) e poi emettere i nuovi bollettini per evitare al cittadino di subire l’ennesima ingiustizia e per consentire al personale dell’ufficio tributi di rimediare agli errori commessi senza fare pagare nulla al povero cittadino” conclude Lamiranda.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here