Targhe straniere, le prime multe del nuovo decreto a Sesto

0
114
Sesto partecipa al bando per la sicurezza regionale
In questi giorni la Polizia Locale di Sesto San Giovanni ha sequestrato due veicoli ed elevato sanzioni a due proprietari di auto con targa straniera residenti in Italia da più di 60 giorni, in base al nuovo decreto Sicurezza.
Nel testo governativo è stata inserita una norma che vieta, a chi risiede in Italia da oltre 60 giorni, di circolare sul territorio nazionale con veicoli di targa estera. Un fenomeno, quello del parco circolante con targa straniera, che in Italia riguarda molte auto di grossa cilindrata, spesso acquistate ed esportate fittiziamente per non pagare il bollo, ma anche gli immigrati che utilizzano auto con targa estera nella speranza di risultare invisibili agli occhi di Carabinieri e forze di Polizia. Inoltre i “furbetti” usavano e usano questo sistema anche per evitare sanzioni amministrative difficilmente applicabili.
A Sesto San Giovanni sono stati sanzionati un italiano con un auto con targa olandese e una rumena con auto con targa rumena. Per chi viola il divieto è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una multa di 712 euro, oltre al fermo del veicolo e l’obbligo di immatricolazione in Italia entro 180 giorni, scaduti i quali scatterà la confisca del mezzo. In alternativa, pagata la sanzione, andranno riconsegnate le targhe e i documenti alla Motorizzazione, chiedendo il foglio di via e la targa provvisoria per portare il veicolo all’estero.
Sempre negli ultimi giorni sono stati controllati 1511 veicoli con targa System, fermati 169 veicoli, controllate e identificate 345 persone, sequestrati 9 veicoli ed accertate 55 violazioni al codice della strada. Sono stati emessi, inoltre, 2 allontanamenti a carico di venditori abusivi nei mezzanini MM e 4, sempre a carico di stranieri, per abusivismo nei mercati.
“Continua l’egregio lavoro della Polizia Locale – commenta il Sindaco Roberto Di Stefano – con controlli costanti sul territorio e sanzioni ai trasgressori, anche in base alle nuove norme del decreto Sicurezza. Solo con un continuo presidio delle strade e dei luoghi critici si riesce a tutelare con efficacia la sicurezza dei sestesi e a contrastare i comportamenti scorretti. La nostra attenzione su questi temi è massima e in collaborazione con la Polizia Locale intendiamo continuare a seguire questa direzione di fermezza e legalità”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here