Sistema Sesto, Penati in aula per le richieste dell’accusa

0
515

Si terrà oggi, 7 luglio, una delle udienze finali del processo al cosiddetto Sistema Sesto davanti al Tribunale di Monza. Questa sarà la volta delle richieste dell’accusa sostenute da Walter Mapelli e Franca Macchia per Filippo Penati, ex segretario del Pd lombardo ed ex Presidente della Provincia di Milano all’epoca dei fatti contestati. Su di lui pendono le accuse di corruzione e finanziamento illecito al partito, tutte respinte con fermezza. Accuse sostenute dagli imprenditori Piero Di Caterina e Giuseppe Pasini, entrambi a processo con lui per corruzione, insieme a Giordano Vimercati, ex braccio destro di Penati, l’ex segretario generale della Provincia di Milano Antonino Princiotta, Bruno Binasco (uomo di fiducia del defunto Marcellino Gavio), il collaboratore Norberto Moser, Renato Sarno (imputato anche di concussione in un altro filone dell’inchiesta della Procura di Monza su presunte consulenze d’oro imposte per la riqualificazione dell’area ex Falck Vulcano), Massimo Di Marco e Gianlorenzo De Vincenzi della Serravalle e la società Codelfa del Gruppo Gavio. Le vicende contestate riguardano la riqualificazione delle ex aree Falck e Marelli a Sesto San Giovanni, le presunte mazzette sui rimborsi da parte della Provincia di Milano delle tariffe del Sitam (Sistema integrato trasporti alto milanese) e la gestione sospetta degli appalti della Milano – Serravalle. Parti civili al processo i Democratici di Sinistra, l’Agenzia delle Entrate, la Provincia di Milano, la Serravalle e il Comune di Sesto San Giovanni. Si prevede una requisitoria lunga e articolata e la fine del processo nell’autunno inoltrato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here