Sesto. Via Marconi, tra topi e degrado

0
381

SESTO SAN GIOVANNI – Periferia della periferia. In via Marconi non ci sono aiuole con i fiori o fontane. Non ci sono mai state, perché questa lunga strada che corre parallela a via XX Settembre, nel cuore del quartiere 1 è sempre stata un po’ ai margini della città, ma da qualche tempo a questa parte, le condizioni di degrado hanno raggiunto livelli intollerabili. Topi e rifiuti sparsi per le strade dipingono un quadro indegno. E così, anche il capogruppo di Verso Sesto, Eros de Noia, alza la voce, lamentando come abbia più volte sollecitato l’intervento di polizia locale e vigili del fuoco… Evidentemente senza troppa fortuna, almeno finora. Ecco la sua interrogazione di seguito.

Il sottoscritto Consigliere comunale ha più volte, durante tutto l’arco del Mandato, sollecitato l’intervento della Polizia Locale dei Vigili del Fuoco e degli Assessorati competenti per episodi relativi a : Scarico abusivo di rifiuti, come lo scarto di operazioni di manutenzione. Presenza assidua di ratti, che, In specifica data, segnalata all’Assessorato di competenza, fuoriuscendo dai tombini invadevano una porzione di via Bergomi in prossimità dello stabile sopra citato. Abbandono di rifiuti ingombranti nel mezzo del marciapiede adiacente allo stabile. Sospette attività illecite esercitate utilizzando parte dei locali siti al piano terra, un tempo occupato da un’attività commerciale. Sospette occupazioni ed utilizzo utenze abusive.

Si è attivato per richiedere di affrontare il tema riguardante il degrado e la pericolosità dello stabile in questione, sollecitando l’Amministrazione perché ci si confrontasse circa la grave condizione della zona tutta, circostante lo stabile in questione. Al sindaco di relazionare rispetto alle azioni che, apprendiamo dai giornali, sono state sviluppate in seno ai problemi sopra descritti. Quale sia la posizione della proprietà dell’immobile, alla luce delle azioni intraprese dall’Amministrazione. Quale sia stato l’esito dell’ispezione effettuata martedi 25/11/2014, chi vi ha partecipato e da chi è stata coordinata l’azione. Chiede altresì di conoscere se, qualora la proprietà rifiuti di ottemperare all’ordinanza dell’Amministrazione comunale , provvederà ad effettuare gli interventi prescritti, addebitando i costi al soggetto obbligato.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here