Sesto vara il registro per il “testamento bilogico”

0
177

SESTO SAN GIOVANNI – Il Consiglio comunale di Sesto San Giovanni ha approvato l’istituzione del registro comunale delle Dichiarazioni Anticipate di volontà relative ai Trattamenti sanitari (D.A.T.). Ma di cosa si tratta esattamente? Una sorta di bio testamento, attualmente senza alcun valore. Secondo la legislazione attuale, infatti, una dichiarazione può considerarsi valida  solo se un collegio di medici avrà accertato nel paziente l’assenza di “attività cerebrale integrativa cortico – sottocorticale”.

L’istituzione del registro – precisa l’amministrazione in una nota – non rappresenta il riconoscimento di poteri o diritti che la legge italiana non ha ancora ammesso, ma ha l’effetto di consentire a tutti i residenti di manifestare pubblicamente la propria volontà in materia di scelta nei trattamenti sanitari e nelle cure di fine vita in caso di impossibilità della persona che redige la dichiarazione.

I residenti del Comune di Sesto che intendono redigere la Dichiarazione potranno dunque depositarla presso il settore Servizi ai Cittadini di villa Puricelli Guerra che la registrerà e custodirà, garantendo così l’autenticità, la data e la provenienza della dichiarazione.
“Già molti cittadini – ha commentato il Sindaco Monica Chittòhanno deciso di depositare presso un notaio la propria dichiarazione sui trattamenti sanitari che accettano o rifiutano in caso fossero impossibilitati ad effettuare la scelta, nominando anche un fiduciario che ne esegua le volontà. Con l’istituzione di questo registro, pur in mancanza di una legge in materia, il Comune di Sesto San Giovanni vuole dare la possibilità ai sestesi di depositare in sicurezza le dichiarazioni sui trattamenti sanitari garantendo la loro custodia e autenticità. Sono convinta che si tratti di un gesto di civiltà che garantisce ad ogni cittadino il pieno rispetto delle sue convinzioni etiche e morali”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here