Sesto, telecamere a scuola antispaccio

0
283
All’interno del progetto statale “Scuole Sicure” il Comune di Sesto San Giovanni ha presentato la richiesta di finanziamento alla Prefettura di Milano unitamente al progetto.

Il piano prevede un sistema di videosorveglianza collegato alla Centrale Operativa della Polizia Locale, da installarsi nei pressi di alcuni istituti scolastici, nell’ottica del controllo e della prevenzione dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Il progetto si articola su 2 macro aree di intervento, una per la predisposizione ex novo di sistema di videosorveglianza con l’installazione di nuove telecamere nei pressi di alcuni istituti scolastici e una dedicata all’esecuzione di moduli informativi, rivolti alle scuole secondarie di primo e secondo grado, che saranno realizzati dal personale della Polizia Locale sui rischi e sulle conseguenze – anche giuridico-legali – di comportamenti a rischio.

Le telecamere previste sono state posizionate a copertura di aree prossime agli edifici scolastici qui di seguito elencati: LICEO ERASMO DA ROTTERDAM (sede centrale) – Viale Italia / ISTITUTO SUPERIORE AFOL – Viale Italia / ISTITUTO SUPERIORE E. MARELLI OPERE SOCIALI DON BOSCO – Viale Matteotti / MEDIA INFERIORE ITALO CALVINO (Istituto comprensivo Pascoli) – Via F.lli Di Dio, 110 / LICEO ERASMO DA ROTTERDAM (sede distaccata) – Via Livorno, 41/Marx

Inoltre si vuole portare avanti percorsi di informazione e sensibilizzazione sul tema della sicurezza e del consumo di sostanze stupefacenti attraverso brevi moduli informativi rivolti alle scuole secondarie di primo e secondo grado. Gli interventi saranno incentrati prevalentemente sui rischi e sulle conseguenze – anche giuridico-legali di comportamenti a rischio (esempio detenzione di sostanze, spaccio ecc.) e sulle possibili alleanze con le forze dell’Ordine. Nelle classi delle scuole superiori si insisterà particolarmente sul tema della “guida sicura” (pericoli e conseguenze derivanti dall’assunzione di sostanze stupefacenti).Gli interventi ammontano complessivamente a € 46.857,27 di cui 39.508,26 da parte dello Stato, rientrante nel Fondo statale per la sicurezza urbana. Il periodo per l’esecuzione del progetto è ricompreso nell’arco temporale dell’anno scolastico 2019-2020. “Ringraziamo il Ministro degli Interni Matteo Salvini – commenta l’assessore alla sicurezza Claudio D’Amico – per aver fortemente voluto questo piano a difesa di studenti e famiglie per contrastare la criminalità organizzata e lo spaccio di stupefacenti. Noi ci siamo subito attivati per aderire, individuando i punti prioritari del piano e dove intervenire in città. Abbiamo presentato il piano in prefettura e ora attendiamo i finanziamenti. E’ un altro passaggio fondamentale che dà concretezza alla nostra azione in città sulla sicurezza. Consideriamo questa strategia di prevenzione e controllo particolarmente utile, anche nell’ottica di venire incontro alle richieste crescenti delle famiglie di lavorare per contrastare attività delinquenziali di spaccio. E’ importante continuare su questa linea di collaborazione stretta con il Governo e con il Ministero degli Interni”

“Il progetto presentato, con il valido contributo della nostra Polizia Locale e degli uffici comunali, ha lo scopo di prevenire fatti criminosi con una importante azione di deterrenza con le telecamere. Inoltre – commenta il Sindaco Roberto Di Stefano – prevede un’attenta attività di informazione nelle scuole. Potremo quindi aumentare la sorveglianza, favorire il contrasto di attività illegali, rassicurare i cittadini. Inoltre sarà possibile coinvolgere i giovani promuovendo attività di informazione e prevenzione per evitare che qualche ragazzo si possa avvicinare, con troppa facilità, alla strada della droga. Crediamo molto in questo progetto e intendiamo andare avanti, aggiungendo un tassello al nostro lavoro sulla sicurezza che sta portando ottimi risultati in città”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here