Sesto, Di Stefano lancia il progetto ciclabili

0
694

La futura amministrazione sestese dovrà sicuramente avere un occhio di riguardo per i pedoni – spiega Roberto Di Stefano, candidato Sindaco per il centro destra – ZTL, Zone 30 e piste ciclabili adeguatamente finanziate e frutto di progetti di qualità, dovranno favorire la mobilità sostenibile tenendo conto delle esigenze di tutti gli utenti: pedoni, ciclisti e automobilisti. Occorrerà rivedere i percorsi dei mezzi pubblici, affinché le periferie non restino isolate e siano collegate al centro e ai principali servizi, decongestionandole, insieme al resto della città, prevedendo delle ZTL che evitino l’ingresso del traffico pendolare a Sesto. Nella logica della riduzione del traffico in città, serviranno incentivi per chi demolisce la propria auto sostituendola con una meno inquinante e opta per chi si abbonerà ai trasporti pubblici e al bike sharing. La bicicletta – continua Di Stefano – potrà diventare lo strumento principale della mobilità cittadina, come già accade in altre città europee. Il nostro progetto “A BI CI”, avrà al centro la bicicletta come possibilità reale di realizzare una mobilità alternativa a quella attuale. Nasceranno percorsi ciclabili che colleghino la periferia al centro e alla metropolitana. Miglioreremo i parametri di sicurezza per rendere possibile la coabitazione tra auto, bici e pedoni nei quartieri. Realizzeremo piste ciclabili, con adeguata pavimentazione, rivedremo gli assi di penetrazione, i percorsi di collegamento e creeremo infrastrutture per la sosta protetta delle biciclette. Insomma, faremo tutto quanto nelle nostre possibilità per favorire l’uso della bicicletta, soprattutto per gli spostamenti casa-lavoro, casa-scuola. Un’altra sfida sarà rappresentata dalla lotta ai furti di biciclette, che affronteremo avvalendoci di quanto messo a disposizione dalle moderne tecnologie e cooperando con le forze dell’ordine e i negozianti. Inseriremo nell’educazione stradale rivolta alle nuove generazioni, il muoversi in città mediante forme di mobilità alternativa all’auto, mettendo a punto e attuando un piano per la mobilità scolastica, che punti alla protezione delle fasce deboli dai rischi di incidente e dall’esposizione agli agenti inquinanti. Il mio obiettivo è trasformare Sesto in una città meno caotica ed inquinata, senza imporre questa scelta ai cittadini attraverso sanzioni o restrizioni all’uso delle auto, bensì rendendo loro più comodo, pratico sicuro e conveniente utilizzare la bicicletta e i mezzi pubblici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here