Sesto, quanto è inquinata via Marx? Presto lo sapremo

0
149
smog, inquinamento, arpa, sesto san giovanni,

SESTO SAN GIOVANNI – Tangenziale, inceneritore… Tutti vicini di casa “scomodi” per chi abita nel quartiere 5. Ma l‘aria in zona è davvero inquinata? E quanto lo è? Presto lo sapremo. Un laboratorio mobile di rilevamento della qualità dell’aria di ARPA Lombardia sarà operativo in via Marx indicativamente dal 22 luglio al 26 agosto e dal 13 novembre al 18 dicembre 2014.

E’ il risultato della richiesta avanzata dall’Assessora all’Ambiente del Comune Elena Iannizzi all’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente in seguito alle numerose richieste dei cittadini e dei comitati del quartiere 5.

Secondo quanto prescritto nelle direttive europee le centraline fisse di rilevamento sparse sul territorio provinciale sono in numero più che sufficiente per fornire un quadro adeguato sulla qualità dell’aria, “tuttavia ci sembrava giusto – ha dichiarato Iannizzi – dare seguito alle richieste degli abitanti, vista la disponibilità dei tecnici dell’Agenzia ad effettuare una campagna temporanea di approfondimento sul territorio comunale“.

In seguito a questa disponibilità, si sono svolti incontri tra la consulta comunale dell’Ambiente prima e la Commissione consigliare poi con i tecnici ARPA, con l’obiettivo di decidere dove ubicare esattamente la centralina. Tenendo conto delle dotazioni tecniche indispensabili e della contemporanea necessità di monitorare un’area significativa, la scelta è caduta su via Marx, all’altezza di via Volontari del Sangue.

Per poter disporre di un numero di dati significativo e ottemperare alle indicazioni previste dalla normativa vigente, la campagna di rilevamento proseguirà per almeno quattro settimane estive e quattro invernali. ARPA si è resa disponibile ad incontrare gli abitanti del quartiere per presentare ufficialmente i risultati, una volta redatta la relazione conclusiva.

La strumentazione utilizzata nel laboratorio mobile è analoga a quella presente nelle stazioni fisse: potrà dunque monitorare ogni ora i livelli di biossido di zolfo (SO2), monossido di carbonio (CO), ossidi di azoto (NO e NO2) e ozono (O3) e, con cadenza giornaliera, quelli di PM10 e PM2.5.

“Devo ringraziare ARPA e i suoi tecnici – ha concluso l’Assessore all’Ambiente Elena Iannizziperché hanno capito la necessità – di cui noi siamo sempre stati convinti – del confronto con i cittadini e di fornire loro misure significative della qualità dell’aria nel loro quartiere“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here