Sesto premiata per il sottopasso e per il microgiardino

0
290
Sesto premiata per il sottopasso e per il microgiardino
Il Sindaco di Sesto San Giovanni, Monica Chittò

Sesto, l’intervento di riqualificazione del sottopasso Roma – Marelli e del Microgiardino del bookcrossing è stato selezionato da Regione Lombardia tra le dieci migliori iniziative di programmazione territoriale e urbanistica in tema di rigenerazione urbana. Il bando regionale intendeva selezionare le migliori iniziative di comuni, provincie e università in merito al riuso di parti di territorio già urbanizzato con successiva perdita o decadimento delle funzioni originarie perché fossero di esempio e stimolo per altre realtà. L’Assessore regionale all’urbanistica Viviana Beccalossi ha quindi comunicato al Sindaco di Sesto Monica Chittò che l’intervento sul sottopasso Roma-Marelli è stato giudicato tra i dieci migliori progetti presentati. L’intervento, realizzato tra giugno e settembre 2014, rientra in “Tutta mia questa città”, un progetto di rigenerazione urbana a cura dell’Assessorato alle Pari Opportunità per rendere Sesto una città più bella, vivibile e sicura intervenendo sulla riqualificazione e rifunzionalizzazione degli spazi, sulla loro cura e condivisione da parte dei cittadini. Il tutto senza costi per l’Amministrazione grazie all’aiuto di diversi sponsor e partner.

 

Il sottopasso è stato prima riqualificato nei suoi aspetti funzionali e, in seguito, è diventato oggetto di un intervento creativo di giovani artisti sestesi, che ne hanno dipinto le pareti. Il vicino piccolo giardino, da luogo abbandonato e degradato è stato invece trasformato in micro giardino del bookcrossing, per lo scambio e la lettura gratuita di libri, con panchine e piante sempreverdi.

 

“Questo riconoscimento – dichiara l’Assessore Rita Innocenti – ci fa particolarmente piacere, visto che si tratta di un progetto a cui l’Amministrazione ha creduto e che ha dato luogo ad altri interventi in città, come la realizzazione di murales artistici sul muro di cinta della Campari, il restauro del monumento ai deportati in piazza Hiroshima e Nagasaki e la riqualificazione della Stazione FFSS”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here