Sesto, polemica sulle nomina alle partecipate

0
681

Nel Consiglio Comunale di ieri sera si è votata la delibera che indica i criteri per le nomine del Sindaco negli enti e nelle società partecipate. Le forze di opposizione hanno proposto alcuni emendamenti per migliorare ed
arricchire la delibera. Gli emendamenti che puntavano a dare maggiore trasparenza tramite
audizione pubblica dei possibili candidati e ad escludere dalle nomine parenti e familiari dei Consiglieri Comunali sono steti presentati dalla minoranza e bocciati dalla maggioranza. Immancabile la polemica.
«Incredibilmente, tutte le forze di maggioranza, nessuna esclusa, su espressa indicazione del Sindaco Di Stefano hanno votato contro. La cosa particolarmente grave è che nel corso della campagna elettorale, tutti i candidati Sindaco, Di Stefano incluso, si erano impegnati, aderendo alla piattaforma Sai chi voti (www.saichivoti.it ), come tutti possono verificare, a seguire criteri di trasparenza nelle nomine includendo le audizioni pubbliche. Sulla scelta poi di non escludere i parenti dei Consiglieri ogni commento è evidentemente superfluo, ma sicuramente non fa presagire nulla di buono. Resta però gravissimo il fatto che, alla prima decisione, il Sindaco di Stefano abbia tradito un impegno preso con i suoi elettori. Questa scelta, difesa ostinatamente dalla maggioranza, ci lascia molto perplessi per quanto riguarda la trasparenza: auspichiamo che sia solo una brutta scivolata e non il modus operandi dei prossimi anni sulle scelte che riguardano la città», ha commentato Roberta Perego del Pd. Critici anche i rappresentanti dei Cinque Stelle. «Questi emendamenti sono stati respinti dalla maggioranza, con motivazioni che poco c’entrano con il merito delle proposte. Evidentemente, rispettare gli impegni presi con la cittadinanza non è una loro priorità. Noi terremo gli occhi aperti e a breve presenteremo una mozione su trasparenza etica e conflitti di interesse. Per noi il bene pubblico non è uno slogan elettorale».
.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here