Sesto, oltre mille i morosi delle mense iscritti con riserva

0
413

Sono almeno mille 200 per 330 mila euro di debito i casid elle famiglie morose per il servizio delle mense scolastiche a Sesto San Giovanni. Casi sotto il mirino della nuova amministrazione che ha deciso che i morosi verranno iscritti con riserva al servizio mensa. “Al fine di evitare fraudolenti, furbizie o comunque evasioni, che si ripercuotono sull’intero servizio – scrive l’assessore all’Educazione Angela Tittaferrante – in fase di iscrizione al servizio di refezione scolastica si avvierà un’attività di controllo sulla morosità pregressa degli iscritti”. E poi aggiunge: “Questa verifica sarà effettuata in sede di iscrizione al servizio, e comporterà un’iscrizione provvisoria per un periodo di due mesi, qualora un utente avesse una posizione di morosità pregressa”. Per i primi due mesi dell’anno scolastico, il servizio verrà dunque garantito a tutti i bambini ma alle famiglie e verrà richiesto il pagamento di tutti gli arretrati. Il Comune precisa che gli effettivi casi critici, già evidenziati al Comune, saranno esentati. Per gli altri, in assenza del saldo entro due mesi, oppure della definizione formale di un piano di rientro, scatterà il recupero forzoso del credito “attivando tutte le azioni necessarie”, dunque persino una rivalsa patrimoniale. “E’ necessario intercettare le famiglie che pur avendo disponibilità economica non pagano perché sanno di non essere perseguite – ha spiegato l’assessore Tittaferrante – Come accade in molti comuni, ci muoviamo in questa direzione per garantire equità e correttezza dei processi amministrativi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here