Sesto, il servizio disabili diventa esterno ed è polemica

0
191

Il centro diurno disabili di Sesto san Giovanni si “privatizza”, ma i dipendenti che nei mesi scorsi avevano proclamato scioperi e proteste, rimangono a carico dell’amministrazione pubblica. Una notizia che è emersa dalla seduta di commissione di mercoledì 4 novembre 2015 alla quale ha partecipato il consigliere di centrodestra Antonio Lamiranda.  «La questione ridotta nei mesi scorsi ad uno scontro tra Comune e dipendenti a vero putiferio mediatico e politico, alla fine è arrivata a dare ai cittadini lo stesso servizio anziché nelle strutture del Comune in quelle della Pelucca – ha scritto Lamiranda – Perché sia chiaro a tutti la manifestazione d’interesse pubblico (procedura attivata dopo i nostri rilievi su un affido diretto) è una farsa avendo già deciso l’amministrazione di affidare il servizio alla Fondazione Pelucca, ovvero un ente privato. Ma se con qualche aggiustamento il servizio si mantiene o addirittura migliora presso Pelucca (ma a dire del Sindaco non cambia nulla con il personale) per quale motivo dobbiamo “esternalizzare”?  Il Sindaco ha perso un’altra occasione per dimostrare di saper amministrare guardando al futuro».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here