Sesto, Forza Italia scende in piazza a protestare contro le tasse

0
209

«La pressione fiscale è ai massimi storici, le tasse comunali sono aumentate del +18.65% da inizio mandato. Ma come che fine fanno le nostre tasse? Si sono spesi oltre 5 milioni per ripianare il bilancio delle farmacie, abbiamo 8.7 milioni di debito con lo Stato per il Co. Re. a causa dell’utilizzo di fondi per i quali non avevamo i requisiti, 3 milioni di euro per morosità affitti delle case popolari, un’ evasione fiscale di 5.3 milioni di euro mai riscossi dal 2011 ad oggi, 2 milioni di interessi per le rinegoziazioni dei mutui, e poi lo spreco continua con finanziamenti costanti ad associazioni culturali e sportive politicamente vicine all’amministrazione oltre ai milioni di euro utilizzati per garantire le esenzioni tariffarie, che spesso, si traducono in riconoscenza politica». Una denuncia forte quella lanciata all’amministrazione Chittò da parte di Roberto Di Stefano esponente di Forza Italia in consiglio comunale. Di Stefano ha organizzato un banchetto in piazza e complice la bella giornata di sole di domenica 10 maggio ha potuto lanciare le sue iniziative di opposizione.  «Il nostro impegno è sempre stato focalizzato al bene comune, continua Di Stefano, ad una Sesto migliore e alla politica per servire i cittadini. Hopresentato 80 Interpellanze, 8 petizioni popolari e 9 mozioni, proponendo da un lato progetti innovativi e utili al territorioma sono rimasto inascoltato».Secondo il battagliero consigliere la città e il tessuto sociale si sarebbe degradata e sarebbe lasciata allo sbando. «Gli unici progetti di rilancio del territorio, rivendica Di Stefano, sono finanziati dalla Regione Lombardia come la Città della Salute, il progetto Impresa Lombardia (ribattezzato Vado a Sesto) che consente di non pagare le tasse alle aziende che aprono sul nostro territorio, la metropolitana, il fondo a sostegno della morosità incolpevole. Per il resto la città è amministrata male e gestita solo per mantenere gli sprechi della politica di sinistra».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here