Sesto e Monza, sospese le attività pubbliche

0
126

ll sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, e quello di Monza, insieme al presidente della Provincia hanno firmato l’ordinanza che emette misure drastiche di contenimento per la città. Nel dettaglio: sospensione delle attività nelle scuole di ogni ordine e grado e negli asili nido; annullati tutti gli eventi previsti in città, compresi gli eventi del Carnevale; sospese attività negli impianti sportivi; sospese attività rivolte al pubblico svolte da parrocchie, oratori, associazioni culturali e religiosi; chiusi centri commerciali (Sarca e Vulcano) a eccezione dell’erogazione dei beni di prima necessità; chiusi i centri anziani e sospese le attività in luoghi chiusi e aperti al pubblico (cinema, teatri, concerti ecc.); chiusi i mercati comunali cittadini; chiuse le biblioteche, le scuole civiche, la Casa delle Associazioni. Sono sospesi tutti i servizi comunali a eccezione dei seguenti servizi essenziali: stato civile e servizio elettorale; igiene, sanità e attività assistenziali; attività di tutela della libertà della persona e della sicurezza pubblica; produzione e distribuzione di energia e beni di prima necessità; raccolta e smaltimento rifiuti; servizi del personale.“Ho ritenuto importante – commenta Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni – garantire misure drastiche e incisive a tutela della salute pubblica e della sicurezza dei cittadini sestesi. Con serietà e impegno, e senza inutili allarmismi, continuiamo a collaborare con Regione Lombardia, con le autorità sanitarie e con tutti gli organi interessati”. Anche Dario Allevi, sindaco di Monza e poi il presidente della Provincia hanno ribadito di aver adottato le misure di contenimento della diffusione del virus senza fare allarmismi. In città, a partire da oggi e fino a nuova comunicazione, sono sospese manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, eventi e ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso. Sono chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi i nidi; sospesi anche i master, i  corsi professionali e quelli per le professioni sanitarie ad esclusione degli specializzandi e tirocinanti. Chiusi al pubblico anche i musei, gli spazi espositivi, la Villa Reale, le biblioteche cittadine,  cinema, teatri e gli altri luoghi della cultura.Al fine di evitare pericoli per gli utenti più fragili il Comune ha stabilito di chiudere anche i centri anziani. Sospesi anche i corsi in programma presso i Centri Civici cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here