Sesto e Cinisello, nessun blocco del traffico

0
72
smog, inquinamento, arpa, sesto san giovanni,

Domenica 2 febbraio il Comune di Cinisello Balsamo e quello di Sesto San Giovanni non aderiranno al blocco del Traffico deciso autonomamente dal sindaco di Milano e non previsto dall’Accordo Aria siglato con Regione Lombardia. “Voglio rassicurare i tanti cittadini allarmati che ci hanno contattato che non seguiremo l’esempio del comune di Milano. Un provvedimento, quello del blocco delle auto, che non porterà a risultati significativi”- ha dichiarato il sindaco di Cinisello Giacomo Ghilardi -. Si tratta di una iniziativa estemporanea e poco incidente che penalizza gli automobilisti e i cittadini. Servono misure più efficaci e interventi strutturali” Gli ha fatto eco il sindaco di Sesto Roberto Di Stefano: «Bloccare il traffico è una misura inutile e demagogica che penalizza i cittadini – ha scritto – Il sindaco Sala prenda esempio da noi e investa sul teleriscaldamento, sostituendo le vecchie caldaie. Se a Sesto si respira aria buona e a Milano no ci sarà un motivo: per contrastare l’inquinamento servono interventi concreti che migliorano davvero la qualità dell’aria, anziché spot solo per cercare un titolo sui giornali».Per affrontare il problema dell’inquinamento in particolare il Comune di Cinisello Balsamo ha adottato politiche non occasionali incentivando il teleriscaldamento e effettuando i controlli biennali sulle caldaie come previsto per legge. In particolare l’accordo siglato con la nuova società che gestisce la centrale di via Petrella ha portato diversi vantaggi sull’ambiente e risparmi sulle tariffe dei cittadini. Ad oggi la rete di teleriscaldamento di Cinisello Balsamo serve 18.000 abitanti e garantisce alla città una riduzione di oltre il 25% delle emissioni di agenti inquinanti rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali. Per quanto riguarda le politiche ambientali sul territorio di Cinisello Balsamo, si aggiunge anche la sottoscrizione da parte del Comune della Carta metropolitana sull’elettromobilità, che punta a promuovere l’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi ai motori a combustione, attraverso una serie di azioni che potranno andare dalla gratuità della sosta per i mezzi full-electric, all’installazione di colonnine di ricarica in varie zone della città, all’introduzione di tecnologie intelligenti per la sosta e la mobilità.

A ciò si aggiunge l”intervento sul viale Fulvio Testi in accordo con Ersaf che prevede la posa di una barriera verde con determinate specie vegetali che possono assorbire le polveri sottili e generare benefici in termini di protezione della salute della popolazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here