Sesto, diffusa foto dell’attentatore in Stazione Centrale

0
706

Sono le 00.28 del 23 dicembre scorso quando le telecamere di sorveglianza nel piazzale della Stazione Centrale di Milano riprendono Anis Amr, l’attentatore di Berlino. L’uomo che verrà freddato durante un controllo di Polizia a Sesto San Giovanni due opre dopo, era infatti arrivato in treno da Torino, passando per Lione, senza che nessuno se ne fosse accorto. Probabilmente Amr ha vagato tra la Centrale e Loreto per capire cosa fare come muoversi e poi – forse dietro consiglio di qualcuno – ha deciso di prendere l’autobus sostitutivo della linea Uno della metropolitana per raggiungere la stazione di Sesto San Giovanni. A quel punto vista la voltante avrebbe tentato di evitare il controllo e poi avrebbe sparato all’agente Christian Movio, finendo freddato dal collega Luca Scatà. Cosa facesse a Sesto non si sa. Probabilmente avrebbepotuto imbarcarsi su un autobus internazionale per il Marocco? Non si sa, anche perché i controlli su quei mezzi sono molto forti. Oppure aspettava qualcuno che lo conosceva e che lo avrebbe coperto proprio a Sesto? Domande per ora senza risposta. Intanto Movio è tornato a casa in Friuli dopo le dimissioni dall’ospedale, mentre Scatà vive sotto scorta. Si temono infatti ritorsioni di islamici integralisti e facinorosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here