Sesto, ultimo saluto al grande alpinista Vasco Taldo

0
211

SESTO SAN GIOVANNI – E’ scomparso a Calco, ai piedi delle “sue” montagne, a una trentina di chilometri dalla sua Sesto. Nelle scorse ore Sesto ha dato l’addio a uno dei suoi uomini più famosi,Vasco Taldo, scomparsi ad 81 anni a seguito di un malore mentre si trovava in bicicletta a Calco nel lecchese.

Ai più giovani, forse, il nome di Taldo non dice molto, ma il sestese classe 1932, oltre ad essere un accademico Cai, è stato senz’altro uno degli alpinisti italiani simbolo del secolo scorso. Uno dei grandi dell’alpinismo mondiale degli anni ’50 e ’60: nella storia è rimasta la spedizione alla Torre Centrale delle Torri del Paine in Patagonia nel 1963, ma di lui si ricordano anche altre imprese, come l’apertura della via del Picco Luigi Amedeo sui monti del Masino o quella del Monte Disgrazia (nella foto) partendo a piedi da Chiesa Valmalenco.

Nel 1962 fece parte della spedizioni che aprì la direttissima alla parete Nord Ovest del Pan di Zucchero, nel gruppo del Civetta, insieme a Josve Aiazzi, Bepi Pellegrinon e Giorgio Redaelli, un’impresa che dedicarono all’amico Andrea Oggioni scomparso nel luglio 1961 mentre si trovava sul Monte Bianco per tentare la scalata all’ancora inviolato Pilone Centrale del Freney insieme al grande Walter Bonatti e Roberto Gallieni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here