Sesto contro il gioco d’azzardo

0
217

SESTO SAN GIOVANNI – Non è stato certo tra i primi, ma alla fine anche il Comune di Sesto ha dato un segnale contro il gioco d’azzardo e le ludopatie. Niente incentivi per gli esercenti che rinunciano ad installare slot o videopoker ma una “raccolta firme” per cambiare la legge nazionale che regola la questione

Nei giorni scorsi il consiglio comunale ha approvato la proposta della Giunta di una legge di iniziativa popolare per la tutela della salute delle persone tramite il riordino delle norme vigenti in materia di giochi d’azzardo. Una proposta di Legge nazionale nata a seguito della presa di posizione dei Sindaci che denunciano l’assenza di poteri per contrastare l’aumento dei problemi legati al gioco d’azzardo e alle relative conseguenze che si ripercuotono sul piano sociale.

Con questa proposta di Legge vengono chiesti strumenti per affrontare il problema: ridefinire le autorità competenti per il rilascio delle autorizzazioni ai locali dove viene svolto il gioco d’azzardo, potenziare la disciplina sanzionatoria, prevedere misure di contrasto del riciclaggio dei proventi di attività illecite, tutelare i soggetti vulnerabili.

Tutti possono partecipare attivamente e muoversi concretamente per dar vita a questa Legge firmando i moduli che sono già disponibili presso l’ufficio elettorale del palazzo comunale. Tra l’altro – dichiara il sindaco Monica Chittò – è stata recentemente approvata una Legge Regionale che va nella giusta direzione per contenere l’impatto negativo sulla sicurezza urbana, la viabilità, l’inquinamento acustico e il governo del territorio. L’invito è stato rivolto anche ai consiglieri comunali affinché divengano protagonisti nella raccolta delle firme per una proposta che affronta un tema delicatissimo, dimostrando anche in questo modo la vitalità della politica locale“.

Si può andare per firmare, muniti di documento d’identità, presso l’ufficio elettorale del Comune dal lunedì al sabato dalle ore 8,30 alle 13.00 e il martedì dalle 15.00 alle 17.00.  Verranno anche organizzate iniziative pubbliche per la raccolta delle firme che vedranno in prima linea il Sindaco, gli Assessori e tutti i Consiglieri interessati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here