Sesto, approvato il progetto di riqualificazione di Via Picardi

0
733
Sesto M1, riapre una parte di via Gramsci

La giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità tecnico economica relativo all’intervento di riqualificazione di Via Picardi. Come emerso in questi mesi l’amministrazione comunale ha manifestato la volontà di effettuare interventi di riqualificazione e potenziamento delle attrezzature pubbliche presenti nella via Picardi, con l’intento di incrementare l’attrattività di tale area urbana, caratterizzata dalla presenza di numerose attività commerciali di vicinato e di pubblici esercizi.

Il progetto si propone di migliorare l’accessibilità dell’area attraverso la rivisitazione completa dell’area destinata a verde pubblico e non solo. Nello specifico il progetto prevede: demolizioni, scavi e rimozioni cordoni/segnaletica verticale, arredi, ecc.; il rialzo della sede stradale a livello del marciapiede, la riorganizzazione della sosta, la posa di dissuasori per la delimitazione degli spazi tra pedoni e veicoli, il rifacimento della segnaletica stradale, l’allargamento marciapiede lato giardino, predisposizioni edili necessarie alla realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione pubblica a servizio dell’area, la predisposizione di cavidotti per passaggio reti necessarie alla successiva installazione di sistemi di “smart city”, il rifacimento della pavimentazione stradale e pedonale, la posa di nuove alberature su via Picardi lato giardino, il rifacimento dei percorsi del giardino mediante l’eliminazione dei percorsi superflui a vantaggio di un aumento della superficie a verde e degli spazi di relazione, la realizzazione di una seconda area giochi destinata ai bimbi di una fascia d’età compresa tra i 5 e i 12 anni, l’integrazione dell’area gioco esistente destinata ai bimbi di fascia d’età fino ai 5 anni, la realizzazione di una pavimentazione antitrauma in gomma colata per entrambe le aree giochi, la realizzazione di uno spazio di relazione pavimentato costituito da un’aiuola verde e da panchine, la manutenzione degli alberi ed arbusti, la realizzazione dell’impianto di irrigazione a servizio dei nuovi alberi ed arbusti, la sostituzione degli arredi esistenti.

All’interno del quadro economico di progetto, avente valore complessivo di € 300.000,00, trovano inoltre copertura le spese per la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione pubblica a servizio dell’area, nonché le opere di allacciamento necessarie ad assicurare la futura implementazione dell’area medesima con sistemi di “smart city”.

L’iter prevede ora il bando di gara e si presume l’inizio dei lavori tra l’autunno inoltrato e l’inverno di quest’anno.

“Siamo soddisfatti per questa approvazione – commenta l’assessore al commercio Maurizio Torresani – perché ci avvicina all’inizio dei lavori per una riqualificazione molto attesa in zona. Per troppi anni, con diversi tentativi mai portati fino in fondo, ci sono state solo promesse. Noi abbiamo preso in mano la questione con un bel progetto di riqualificazione che risponde alle esigenze del quartiere e alle richieste di cittadini e commercianti. Un intervento importante che prevede una rinascita complessiva della via con numerosi cambiamenti che renderanno più vivibile questa importante strada di Sesto San Giovanni”.

Intanto è arrivata una lettera da un cittadino che chiede l’insatallanzione di una casa dell’acqua in via Picardi: «In vista della riqualificazione dei giardini di via Picardi,  avevo proposto  l’installazione di una ‘casetta dell’acqua’, al posto della fontanella prevista nel progetto originale. Questo al fine di incrementare il passaggio dei cittadini nella via, e soprattutto di incentivare comportamenti virtuosi che portino alla riduzione del consumo di acqua in bottiglie di plastica. Mi sembrfava una proposta di buon senso, quasi a costo zero, ma che puo’ rappresentare il trampolino di lancio commerciale e sociale per quella zona di citta’. L’attenzione alle tematiche legate alla sostenibilità ambientale e ai cambiamenti climatici dovrebbe portare le istituzioni ad  una maggiore attenzione verso scelte più attente e consapevoli a favore di un minor impatto sull’ambiente che  ci circonda – scrive Loris Galante residente a Sesto –  La ‘casetta dell’acqua’ contribuirebbe dunque a ridurre la movimentazione dell’ acqua imbottigliata, la produzione dei contenitori plastici e, di conseguenza, la relativa necessità di smaltimento, in ottica ‘plastic free’, facendo si che  il consumatore diviene parte attiva del processo di riduzione dell’inquinamento, è partecipe alle attività commerciali situate nella via Picardi e, non ultimo, ha la possibilità di beneficiare di tutta l’ acqua che desidera, liscia o gassata e refrigerata, a costo zero e chilometro zero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here