Sesto, annunciati ribassi alle mense scolastiche

0
239

Torna di attualità a Sesto il tema del caro mensa scolastica. A sollevarlo il vicepresidente del consiglio comunale, il forzista Roberto Di Stefano che chiede comunque all’amministrazione di vederci chiaro su presunti ribassi alle tariffe annunciati in questi giorni dopo ingiustificati rincari degli anni scorsi. «Negli anni scorsi i genitori hanno chiesto di fare chiarezza su presunte  anomalie e  iniquità di tariffazione che non giustificava l’aumento del costo del servizio di mensa scolastica. Ora, ad un anno dalle elezioni, l’amministrazione annuncia una riduzione del 9% delle tariffe. Sarebbe bello se fosse vero ma dai nostri calcoli non risulta sia così chiaro». Secondo Di Stefano e i suoi calcoli una famiglia con ISEE di 25mila euro pagava sul primo figlio con il precedente metodo circa 760 euro annui per la mensa. Dopo l’inserimento della tariffa a  consumo si è trovata a pagare 930 euro, ora con lo sconto concordato ne paghera 846 euro. «Dove sarebbe la riduzione se si è passati dalle 760 euro del 2013 alle 846 del 2016? – prosegue – Delle due l’una, o in questi tre anni l’amministrazione ha fatto pagare una tariffa maggiore alle famiglie per il servizio offerto, oppure il bando precedente era palesemente gonfiato e fuori mercato. In entrambi i casi l’amministrazione dovrà spiegare le motivazioni di tale disallineamento con i prezzi di mercato sempre a danno delle famiglie».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here