Sesto dice addio a Ferdinando Teruzzi, il Re della sei giorni

0
339

SESTO SAN GIOVANNI – Ha corso contro i migliori, è stato uno dei migliori, uno di quelli che hanno scritto una pagina indelebile nella storia delle due ruote a pedali. E’ scomparso ieri sera nella sua casa di Sarteano in provincia di Siena Ferdinando Terruzzi, il “Re delle sei giorni”.

Terruzzi, che aveva da poco compiuto i 90 anni, era nato a Sesto San Giovanni il 17 febbraio del 1924 e nella sua città di origine il suo nome era ormai diventato il sinonimo di bicicletta, avendone costruite e vendute tantissime. Chi non ricorda il suo negozio laboratorio al Rondò? Un simbolo, un pezzo di storia sestese che è proseguita per decenni. Al di là delle gesta sportive.

Per i sestesi era “il Teruzzi”, ma per tutti gli altri, invece, il “Re delle sei giorni”; un pistard eccezionale che, in coppia con i più grandi ciclisti della sua epoca (Coppi, Anquetil, Magni), aveva dominato il ciclismo indoor per tutti gli anni ’50 e metà dei ’60.

“Solo poche settimane fa – dichiara il vicesindaco e Assessore allo Sport Felice Cagliani – avevamo ricordato i novant’anni di Ferdinando Terruzzi e oggi, con tristezza, ne piangiamo la scomparsa. Alla famiglia e agli amici rivolgiamo le più sentite condoglianze della Giunta comunale e di tutta la città di Sesto San Giovanni“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here