Scoprirsi down, la storia di Alberto, raccontata da lui stesso

0
1298

In occasione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down, che si celebrerà 21 marzo, le Edizioni San Paolo pubblicano il libro “Scoprirsi down – La storia di Alberto, raccontata da lui stesso” di Alberto ed Ezio Meroni. Un libro composto da 192 pagine venduto al prezzo di 17,50 euro.

Scoprirsi Down è il racconto della vita di Alberto Meroni: dalla gestazione a oggi, raccontata senza veli e senza sconti. Le relazioni e le esperienze vissute in famiglia, a scuola, in oratorio, nello sport, sul lavoro, le grandezze e le miserie dei medici, i pregiudizi della società, l’ipocrisia e la generosità della gente, l’amore dei suoi genitori e l’importanza degli amici veri. Un percorso non sempre facile, scandito da successi e da incomprensioni, da gioie e da sofferte emarginazioni, guidato dalle due grandi passioni di Alberto: la cucina e la pallavolo. Alberto prosegue la sua sfida, con una convinzione: «La vita è bella e vale la pena di viverla. Anche con un cromosoma in più».

Una tematica molto attuale in quanto oggi, in Italia e in Europa ,molti bambini affetti dalla sindrome di Down non vengono nemmeno al mondo perché molti genitori decidono di abortire. Questo libro racconta invece una storia diversa, di integrazione e amore per la vita.

ALBERTO MERONI è nato a Desenzano del Garda nel 1994 e vive attualmente a Cinisello Balsamo. Dopo aver conseguito l’attestato presso l’Istituto Alberghiero Olivetti di Monza, ha svolto un tirocinio lavorativo di due anni seguito dalla Cooperativa Sociale In-Presa di Carate Brianza. Da luglio del 2015 lavora come cameriere e cuoco presso il ristorante Hortus di Cusano Milanino, assunto con un contratto di formazione trasformatosi poi in un rapporto a tempo pieno e indeterminato. Oltre alla cucina ha un’altra grande passione: la pallavolo. Quando gli impegni glielo consentono, segue le partite del Vero Volley Monza con il gruppo degli ultras. Inoltre è assistant coach di una formazione giovanile della medesima società e gioca nella squadra Special Olympics, nata dalla collaborazione tra il Vero Volley e l’Associazione Tremolada. Il sogno nel cassetto è quello di aprire un ristorante tutto suo sul Lago di Garda.

Alberto racconta di avere un cromosoma in più e di esserne venuto a conoscenza ancora mentre si trovava nella pancia della mamma. I genitori avevano rifiutato l’amniocentesi e fantasticavano sul suo futuro: la mamma lo immaginava prete ed il papà calciatore e laureato. Quando poi è venuto al mondo la notizia della sindrome di Down ha sconvolto tutti. La mamma ha subito accettato la realtà mentre per il padre è stato più complicato. Entrambi però erano d’accordo su una cosa: il modo in cui educare Alberto. <<Lo educhiamo normalmente. Guai a considerarlo un “poverino”!>>.

Ezio Meroni è nato a Cinisello Balsamo nel 1954. Appassionato di storia locale, ha scritto diversi volumi sulla comunità e sulla parrocchiale di Sant’Ambrogio, sull’antica chiesetta di Sant’Eusebio, sul Movimento Cooperativo, sull’antifascismo e sulla Resistenza.
Nel 2004 per San Paolo ha pubblicato Sentieri di Libertà e il racconto La Messa partigiana , inserito nella raccolta antologica Misteri di Natale. Successivamente
ha dato alle stampe alcune biografie di importanti personaggi nella storia di
Cinisello Balsamo. Nel 2011 è uscito il suo romanzo Angela. Una storia d’amore nella guerra partigiana , seguito tre anni dopo dalla ricerca biografica Vittorio Beretta. Un segno per la città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here