Il Gruppo Cap lancia la rilevazione idrica attraverso i droni

0
570
Irana Tappeti Cinisello

Si può finalmente dire addio alle visite porta a porta e ai conguagli. Grazie, infatti, all’utilizzo dei droni sarà possibile controllare i contatori dell’acqua con semplicità. È necessario l’uso di nuovi contatori chiamati smart metering e i dati verranno analizzati mensilmente e non più porta a porta ma a distanza e nel totale rispetto della privacy.

A lanciare il rivoluzionario progetto che coinvolge, in particolare, gli abitanti di Cinisello Balsamo è Gruppo CAP, gestore del servizio Idrico integrato della Città metropolitana di Milano. Un’iniziativa unica in Italia, che prenderà il via a febbraio coinvolgendo subito quattro comuni dell’hinterland milanese (a partire da Cinisello Balsamo), che diventeranno 10 nei mesi successivi, con l’obiettivo di arrivare entro il 2019 a oltre 100 mila contatori installati con un investimento di 18 milioni di euro.

Per ciò che concerne il funzionamento i droni, generalmente due, verranno pilotati a distanza e sorvoleranno le case catturando,grazie a speciali sensori, i segnali emessi dai contatori smart (sistemi che consentono la telelettura e la tele-gestione da remoto). In un tempo molto breve della durata di circa 10 minuti e con soli due voli, i droni raccolgono tutte le letture che il sistema computerizzato associa in tempo reale al codice cliente, così da generare una fatturazione più trasparente e precisa possibile.

Il progetto è stato realizzato con la collaborazione di alcune aziende del settore: Archon Tecnologies, Smart Metering e Watertech, che si occupano della progettazione di droni e dei rispettivi smart meters, vale a dire, i contatori intelligenti. Si prevede l’utilizzo di droni ultraleggeri del peso di 300 grammi, conformi all’impiego nei centri abitati, nel rispetto delle norme di sicurezza. I droni, inoltre, sorvolando i centri abitati ad un’altezza di 120 metri, hanno il vantaggio di raggiungere zone difficilmente accessibili.

Secondo quanto dichiarato da Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP, ci troviamo di fronte ad una vera e propria evoluzione o, per meglio dire, una waterevolution la quale permette di gestire servizi più semplici e sostenibili. Infatti, prima venivano impiegate le auto mentre ora è tutto fattibile utilizzando i droni che riducono l’inquinamento e migliorano l’efficienza delle operazioni. Già nel 2017 il Gruppo CAP aveva avviato i lavori per il progetto con la sostituzione dei vecchi contatori con apparecchi di ultima generazione. Questo fu reso possibile grazie ad un investimento di 18 milioni di euro con la previsione di installazione di 50mila nuovi dispositivi ogni anno. Ciò che ha condotto a questo progetto è stato il desiderio di maggiore trasparenza e un risparmio economico per gli utenti.

Siria Trezzi, Sindaco del Comune di Cinisello Balsamo, è altrettanto orgogliosa del progetto. Sostiene si tratti di un progetto molto innovativo che, oltre ai vantaggi già citati, fa di Cinisello Balsamo una città smart e, di conseguenza, all’avanguardia. Uno dei numerosi interventi tecnologici che sono già stati realizzati a Cinisello Balsamo tra cui ricordiamo la fibra ottica.

I lavori per il progetto sono già stati avviati nel 2017, con l’adozione dei nuovi sistemi di smart metering, che l’azienda pubblica sta progressivamente sostituendo in tutti i comuni del territorio della cintura metropolitana. Numeri alla mano, si parla di 20mila contatori di nuova generazione già installati nel 2017, di 50mila nuovi dispositivi previsti entro il 2018, fino ad arrivare a quota 100mila entro il 2019.

Ma esattamente come funzionano? I contatori intelligenti consentono di raccogliere da remoto i dati relativi ai consumi degli utenti, nonché segnalare eventuali perdite. Il gestore può così rilevare nell’immediato le anomalie sui consumi ed effettuare bilanci idrici mensili o giornalieri segnalando immediatamente le perdite o problemi di misura. A chiarire ulteriormente le dinamiche ci pensa Michele Tessera, direttore Information  Technology di Gruppo CAP, il quale afferma che l’operazione di lettura avviene in modo semplice e sicuro, il volo avviene in aree e corridoi di volo studiati appositamente per la migliore rilevazione dei dati. E i vantaggi per i cittadini sono numerosi: niente letture presunte ma bollette con dati puntuali e basate su letture effettive. Per i gestori, invece, equivale ad una maggiore precisione di fatturazione e a tempi di gestione ridotti. Sarà infatti possibile rilevare i dati relativi a 3000 contatori in meno di un’ora mentre prima erano necessari più giorni. I droni potranno poi essere manovrati a kilometri di distanza e direttamente dalla centrale operativa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here