Rifiuti, a Sesto costano 30 cent in più al mq

0
346

SESTO SAN GIOVANNI – Addio Tares. Il comune di Sesto torna alla Tarsu ed entro il 16 dicembre prossimo il ritorno alla Tarsu,

In sostanza, ciò significa che, se la residenza non è cambiata per nulla (ovvero stessi metri quadrati, destinazione d’uso…), l’importo totale della tassa rifiuti sarà uguale a quello che hai pagato nel 2012, più una maggiorazione di 0,30 € per metro quadro di superficie imponibile che è destinata allo Stato.

Il saldo sarà calcolato sulla base delle superfici dichiarate ai fini della TARSU, sottratti gli acconti già dovuti come TARES alle scadenze del 31 luglio e e del 30 settembre.

La tassa per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani va pagata da tutti gli utenti di locali, immobili o aree indicati dalla legge come tassabili (abitazioni, box, uffici, negozi, magazzini e loro pertinenze ecc.), indipendentemente dal fatto che gli occupanti siano o meno i proprietari degli immobili ed è calcolata in base alla superficie del locale, dell’immobile o dell’area occupata.

In alcuni casi si ha diritto a una riduzione: unico occupante (riduzione del 30%); abitazione a uso stagionale, ossia immobile non abitato per un periodo superiore a sei mesi all’anno; produzione da parte di utenze non domestiche, di rifiuti speciali assimilati a quelli urbani, qualora siano avviati al recupero tramite soggetti autorizzati. Per tutti i dettagli sulle modalità di pagamento consultare il sito web www.sestosg.net.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here