Ricavi e investimenti top per Brianzacque

0
307

Un budget con ricavi e investimenti al top. L’assemblea dei soci di BrianzAcque,  nel tardo pomeriggio di mercoledì 12 febbraio, ha dato il via libera al  conto preventivo 2020.  L’esercizio, approvato all’unanimità, si preannuncia come uno dei più sfidanti nella storia del gestore unico del servizio idrico integrato in provincia di Monza e Brianza.Il documento prevede 100 milioni di euro di ricavi, con un aumento del 2.3% rispetto al 2019. Nei prossimi dodici mesi, continuerà il percorso di armonizzazione delle tariffe. Obiettivo? Arrivare a un’unica tariffa a livello provinciale, unificando il prezzo dei servizi di fognatura e di depurazione. La tariffa applicata da BrianzAque è di 1,08  mc, la più bassa del panel di benchmark di Water Alliance, la rete delle  aziende pubbliche dell’idrico lombardo.Ma l’indicatore più saliente riguarda il prosieguo della  corsa agli investimenti. La stima di 37 milioni rappresenta il volume più alto di sempre, superiore del 1.3% ai 36.5 del 2019, già anno record.   Tradotto in numeri più esemplificativi, significa un investimento di oltre 41,5  euro per ogni cittadino che risiede nel territorio provinciale. La fetta principale degli investimenti (20 milioni) è destinata ancora una volta al settore fognatura. Si tratta soprattutto di interventi strategici per l’estensione della rete e per opere di prevenzione rispetto alle conseguenze del cambiamento climatico.   Con   11, 9 mln l’acquedotto è invece il comparto che registra il maggior incremento per via delle attività e della campagna per la sostituzione delle reti e dei contatori, azioni entrambe finalizzate alle riduzione delle perdite idriche. Per la depurazione è contemplata una spesa previsionale di 2,2 milioni. Altre risorse sono destinate a progetti innovativi di ricerca e di sviluppo in partnership con IRSA -CNR e Università. “Il nuovo anno si è aperto con ottime prospettive – ha commentato Enrico Boerci, Presidente e Ad di BrianzAcque – Ancora una volta,  i numeri confermano quanto la nostra società sia impegnata a lavorare e a investire , e non solo economicamente,  per la  gestione virtuosa e sostenibile del ciclo idrico. Questo trend, più che positivo, è anche frutto dei rapporti e delle sinergie con i comuni soci e con i cittadini. Abbiamo raggiunto livelli elevati di competenza gestionale e operativa affermandoci come punto di riferimento nello scenario delle utilities del settore idrico e continuiamo decisi, sulla strada intrapresa”. Salgono a 91.8 milioni i costi operativi  (+2,1%) rispetto al 2019.Un dato che, rapportato ai volumi d’acqua fatturati è,  pari a 0,77 euro contro un dato nazionale di 1,27 e che evidenzia il livello globale di efficienza e efficacia del gestore Brianzolo. 

L’assemblea dei soci ha altresì provveduto alla sostituzione di due membri del Comitato di Controllo Congiunto, decaduti a seguito della scadenza  di  mandato da sindaci. I nuovi eletti sono Mauro Capitanio, primo cittadino di Concorezzo che subentra a Riccardo Borgonovo  e Mauro Colombo, sindaco di Bellusco al posto di  Giorgio Monti di Mezzago.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here