Provincia MB: il convegno conclusivo di CO.R.RE.L.A.RE

0
321

MONZA (RED)Si è tenuto oggi a Monza, presso la sede istituzionale, l’evento conclusivo del progetto  Co.r.re.l.a.re, realizzato dalla Provincia MB insieme ad altre 8 Province lombarde  – Milano, Bergamo, Como, Lecco, Varese, Lodi, Mantova e Cremona – e alla Fondazione Ismu, per sviluppare strategie di governance in grado di migliorare l’offerta di servizi e di interventi rivolti ai cittadini di paesi terzi.
Il convegno è stato l’occasione per creare ulteriori occasioni di scambio di conoscenze tra tutti gli attori pubblici e privati impegnati nel campo delle politiche migratorie.
Il progetto, nato nel 2011, è stato finanziato nell’ambito del fondo FEI 2011/Azione 8 “Capacity Building”, con gli obiettivi di: potenziare il raccordo interistituzionale tra gli enti e creare collegamenti efficaci tra diversi territori e servizi; promuovere lo scambio di conoscenze e buone prassi; aggiornare e formare il personale delle PA lombarde sui temi del Piano per l’integrazione nella sicurezza; fornire una piattaforma informatica per la condivisione dei materiali formativi.
Sono 116 i moduli di formazione e aggiornamento per il personale interessato organizzati da dicembre a giugno nelle 9 province coinvolte e 4 le “comunità di pratica” realizzate, quale luogo di partecipazione attiva di esperti/operatori della materia per lo scambio di conoscenze, competenze ed esperienze.
Infine è stato implementato il sito web www.correlare.eu , dedicato alla promozione dell’offerta formativa presso gli operatori della regione e alla raccolta di materiale e di strumenti utili alla pratica degli operatori che ha registrato un picco di 2000 accessi giornalieri.
Il convegno conclude le attività del Progetto Correlare, sostenuto e guidato dalla nostra Provincia – riferisce l’Assessore Provinciale alle Politiche Sociali Giuliana ColomboSiamo riusciti a realizzare  un percorso di consolidamento delle reti locali nel campo delle politiche migratorie, a migliorare la qualità dei servizi presenti sul territorio e ad implementare il dialogo tra enti di vario livello, al fine di ottimizzare tutte le risorse a disposizione”.
Destinatari dell’intervento sono stati gli operatori e responsabili di servizi pubblici rivolti agli immigrati della Lombardia: circa 1475 persone tra la Regione Lombardia e i suoi uffici territoriali (Ster), Province, Comuni, Ambiti territoriali, Consigli territoriali per l’immigrazione, Prefetture, Questure, ASL, Aziende ospedaliere, Sportelli per immigrati e Centri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here