Provincia MB: “Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità economica a.s. 2012/13”

0
162

MONZA (RED) Lunedì 3 giugno 2013, alle ore 11,00 presso il Teatro Villoresi di Monza si svolgerà la cerimonia di premiazione dei lavori presentati dagli alunni delle Scuole di Monza che hanno partecipato al progetto  “Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità economica a.s. 2012/2013″, realizzato dall’Associazione Vittime del Dovere, in collaborazione con il Prefetto di Monza e Brianza Dott.ssa Giovanna Vilasi e con la Guardia di Finanza – Gruppo Monza.

Anche la  Provincia MB  ha sostenuto il progetto  rivolto agli alunni della Scuola Secondaria di Secondo Grado del Comune di Monza  finalizzato a :

  • Promuovere l’educazione alla legalità nelle giovani generazioni, avvicinando i ragazzi allo Stato attraverso la valorizzazione delle diverse figure istituzionali al servizio della comunità.
  • Mantenere viva la memoria degli appartenenti alle Forze dell’Ordine che hanno sacrificato la propria vita in nome dei principi di legalità e di giustizia in cui credevano.
  • Favorire la conoscenza, presso le scuole, di coloro che rivestono ruoli istituzionali e che, nello svolgimento del proprio dovere, prestano la propria opera al fine di garantire la sicurezza di tutti i cittadini e farsi promotori di valori civici ed etici.
  • Rappresentare la realtà del volontariato di cui è espressione l’Associazione Vittime del Dovere e trasmettere lo spirito che anima quanti dedicano il proprio tempo libero per aiutare coloro che si trovano in stato di difficoltà e bisogno.
  • Fornire alle scuole un contributo fattivo approfondendo tematiche d’attualità e di interesse per i ragazzi.

Al Progetto “Educazione alla Cittadinanza e alla Legalità economica a.s. 2012/13” hanno aderito gli Istituti di Istruzione Superiore Mosè Bianchi, Achille Mapelli e Pino Hensemberger, per un totale di 550 alunni circa. Legalità economica è il tema scelto. Legalità economica significa rispetto delle norme, del vivere civile, del senso del dovere, valori tesi a prevenire fenomeni quali l’evasione fiscale, la corruzione, lo sperpero delle risorse pubbliche, le falsificazioni e le contraffazioni che arrecano danno alla collettività, con intollerabile distorsione del sistema virtuoso delle regole, generando un’inevitabile disaffezione del cittadino nei confronti delle Istituzioni.

Ma il maggior effetto negativo è soprattutto quello etico e civile perché tali comportamenti alimentano una mentalità sociale sempre più incline a considerare lo spazio pubblico come preda degli interessi personali. E’ necessario, invece, proporre ai ragazzi una cultura fondata sull’etica del rispetto del denaro pubblico, delle funzioni e dell’interesse di tutta la

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here