Protesta “pubblicitaria” dei lavoratori Alcatel Lucent

0
320
Il cartello pubblicitario alcatel all'ingresso di Brugherio (foto Giorgio Valleris)

VIMERCATE – E’ la principale via d’accesso alla città e, per i tanti automobilisti che ogni giorno percorrono viale Lombardia verso il capoluogo lombardo o verso la Brianza è impossibile non notare il maxi cartellone che è stato affisso dai lavoratori Alcatel Lucent poco prima del centro commerciale Bennet.

La storia, purtroppo, è nota: Alcatel-Lucent prevede 585 esuberi su 2mila addetti. In ballo c’è il trasferimento negli Usa delle attività di ricerca e sviluppo svolte da 350 addetti a Vimercate. Una vicenda che preoccupa anche la politica locale e nazionale. Non a caso, nei giorni scorsi un gruppo bipartisan di parlamentari ha deciso di inviare ai vertici della multinazionale una missiva per tentare di scongiurare il peggio o almeno limitare i danni. Un appello in piena regola firmato da venti deputati (primo firmatario Antonio Palmieri di Forza italia). Ecco di seguito il testo:

Crediamo che Governo, Parlamento e Istituzioni locali debbano lavorare per difendere la tradizione e la storia di questo centro di ricerca e garantire anche a medio-lungo periodo il mantenimento delle eccellenze tecniche e delle capacita’ innovative nel nostro Paese in un settore strategico come quello delle Telecomunicazioni. Invitiamo quindi l’azienda  impegnata in una trattativa al tavolo di crisi aperto al Ministero dello Sviluppo a ricercare un accordo che faciliti il mantenimento in Italia di tutta la filiera di attivita’, anziche’ la semplice gestione del ‘fine vita’ dei prodotti e permetta di garantire il mantenimento delle competenze e della professionalita’ di alto livello oggi presenti in Italia. Si puo’ fare, senza penalizzare le legittime esigenze aziendali”. La lettera suggerisce di puntare ad “uno spin off di un ramo d’azienda da parte di imprese interessate alla tecnologia Alcatel”, per la quale esiste “una impresa realmente interessata a valorizzare il portafoglio prodotti attuale e disposta ad investire in innovazione tecnologica e nello sviluppo di nuovi prodotti, garantendo quindi la valorizzazione e lo sviluppo delle competenze attualmente presenti”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here