Celebrata la prima unione civile di una coppia gay sestese

0
801
Celebrata la prima unione civile di una coppia omosessuale sestese

Giovedì 18 agosto alle ore 17.30 presso la Sala Affreschi di Villa Visconti d’Aragona è stata celebrata l’unione civile tra Renato Colli e Germano Cionna. Si tratta della prima unione civile tra persone dello stesso sesso celebrata nella città di Sesto San Giovanni. La cerimonia, partecipatissima e dal forte significato simbolico, è stata celebrata dall’assessore alle Pari Opportunità Rita Innocenti.

L’unione civile tra Renato Colli e Germano Cionna ha dato concreta attuazione alla legge 76 del 20 maggio 2016 con la quale si riconosce pari dignità a tutte le persone che vivono una relazione affettiva di coppia, indipendentemente dal loro orientamento sessuale.

Il sindaco di Sesto Monica Chittò, pur assente perché in ferie, ha commentato con entusiasmo l’importante evento: “Questo pomeriggio è stata celebrata dall’assessore Rita Innocenti la prima unione civile tra due persone dello stesso sesso.
Per la comunità sestese c’è la soddisfazione di veder finalmente riconosciuto e praticato il diritto che avevamo fortemente sollecitato con l’istituzione, già tre anni fa, del Registro delle Unioni Civili.
Un momento importante per la nostra Città, perché una comunità dove crescono i diritti è più ricca e più coesa. Anche se non ho potuto essere presente alla cerimonia, mi unisco alla gioia di Renato e Germano, che oggi vedono realizzare il loro sogno dopo oltre 50 anni di vita insieme”.

“La cerimonia del 18 agosto – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura e pari opportunità Rita Innocenti – è motivo di grande soddisfazione per la nostra comunità e per la democrazia italiana che compie in questo modo un importante passo avanti in materia di diritti civili, dando attuazione al dettato costituzionale della Repubblica che “riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here