Poesia, musica e grande cinema al Carroponte

0
668

Un omaggio d’autore al grande Fabrizio De Andrè. Questa la serata di domani venerdì 4 agosto al Carroponte. Lo chiamava Faber, questo lo spettacolo di Federico Sirianni, pluripremiato cantautore genovese, che ha avuto l’opportunità di conoscere Fabrizio De Andrè. Sono questi incontri fugaci, ma incredibilmente significativi, che hanno portato Sirianni a ideare lo spettacolo del Carroponte: aneddoti inediti, proprio perché vissuti in prima persona, tracce della Genova leggendaria e di quella calpestata e sofferta sulla propria pelle. Le canzoni che Sirianni porta sul palco, ad accompagnare il suo racconto, sono quelle – nel repertorio sterminato di Faber – che riescono a esprimere non solo il talento, ma anche l’estrema umanità di cui era pervaso il cantautore genovese.
Inizio concerto: 21.30, Ingresso gratuito
Sabato 5 agosto è la volta di Billy Bragg, cantautore britannico e attivista politico innamorato della musica americana, che torna in Italia per presentare il suo nuovo lavoro, Shine A Light, pubblicato lo scorso 23 Settembre, via Cooking Vinyl. Questo album è un viaggio musicale attraverso la storica linea ferroviaria americana Texas Eagle e i grandi classici folk e rock che essa ha ispirato. Sul palco di Carroponte, una serata di note ed emozioni, per un seducente e imperdibile viaggio on the road Inizio concerto: 21.30 Biglietti in prevendita: 20 euro. Domenica 6 agosto, dallo stage di Carroponte, rime che fanno cantare e al tempo stesso riflettere per il concerto di Willie Peyote, uno degli artisti più interessanti e innovativi della scena hip-hop italiana. Willie Peyote – all’anagrafe Guglielmo Bruno, classe 1985, già voce del gruppo Funk Shui Project – con il suo progetto solista ha fatto del cinismo, dell’originalità e dell’autoironia il suo marchio di fabbrica. Grazie a brani accattivanti, ironici e allo stesso tempo di denuncia, ha attirato immediatamente su di sé l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori. Le sue canzoni sono veri e propri inni underground che raccontano i paradossi del nostro paese, in modo scanzonato, sarcastico e divertente. Lunedì 7 agosto PSYCHO di Alfred Hitchcock: Una delle pellicole più famose di Hitchcock, per il consueto appuntamento con Carroponte Cine Club: un film sperimentale che finisce a metà (con l’assassinio nella doccia) e ricomincia, agghiacciante e a tratti sarcastico. Un esperimento di sadismo, girato in bianco e nero con una partitura di soli archi composta da Baernard Herrmann. Perkins ebbe la carriera segnata a vita dal ruolo.

Inizio proiezione: 21.30

Ingresso gratuito

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here