Per i piccoli è scattata l’estate tra Re e Regine a Gropparello

0
458

L’estate è la stagione in cui il Castello di Gropparello, sulle colline piacentine, lascia che il sole illumini e scaldi una fantasia che per tutto l’anno non ha smesso di abbassare il ponte levatoio ma che ha aspettato i mesi più adatti alle attività all’aria aperta per offrire ai bambini il meglio di sé. In questo angolo magico sulle Gole del Vezzeno, l’immaginazione scrive una storia diversa e incantata, dove le leggende prendono forma e sostanza e perfino i draghi diventano parte di una quotidianità mitologica. In  programma le domeniche estive di luglio e agosto, tutti i bambini saranno invitati a rispondere all’appello di Merlino, tornato dal suo esilio per salvare il maniero, minacciato da un oscuro presagio. L’inquietante sogno che non ha fatto chiudere occhio al mentore di Artù riguarda una pericolosa armata venuta da lontano per minare la tranquillità del regno. Solo un drago bianco comandato da un giovane cavaliere – divenutone signore e padrone grazie alla fortuna di aver assistito al dischiudersi dell’uovo da cui era nato – avrebbe potuto porre un freno alle ambizioni di conquista dell’esercito. Il sogno parlava di questo paladino come del Primo Cavaliere del Drago, difensore del Castello di Gropparello. Merlino ha quindi atteso per tutto l’inverno che arrivassero giovani valorosi da accompagnare alla grande prova, una magica caccia la tesoro alla Ricerca dell’uovo del Drago, per sconfiggere gli eserciti nemici. Ora il momento è giunto: i piccoli cavalieri arrivati da ogni dove, daranno vita ad una grande caccia al tesoro, alla fine della quale il più meritevole – che otterrà il titolo promesso – troverà l’Uovo di Drago. Nel programma della giornata, anche una Visita incantata, al seguito di personaggi in abito medievale, col compito di fare da guida in un viaggio tra la storia, i misteri e le fiabe custoditi dalle stanze del castello, e una Grande Avventura nel bosco incantato, teatro delle vicende e delle imprese di cavalieri, maghi, orchi e streghe. Il costo del biglietto per tutte le attività  è di 18 euro per i bambini e di 22 euro per gli adulti.

Tra le tante attività didattiche dedicate ai centri estivi, il Castello di Gropparello ne prevede anche una incentrata sulla Divina Commedia, in cui l’Inferno diventa un gioco legato alle pene dei dannati con prove da affrontare in squadra, nel segno di quella filosofia dell’imparare divertendosi che è da sempre il cuore di tutte le attività proposte dal maniero in provincia di Piacenza. Il costo è di 23, 80 euro per ogni bambino.

Nel mese di settembre è infine possibile coinvolgere i bambini nella Pigiatura dell’Uva. Ogni domenica, i bimbi, a piedi nudi, praticheranno l’antica arte della marcia sugli acini nei tini e potranno portare a casa il mosto prodotto (con i raspi), per arrivare attraverso la fermentazione alla produzione del vino. E per mamma e papà degustazioni guidate dei vini doc colli piacentini. Pigiatura e degustazione sono comprese nel biglietto di ingresso (18 euro per i bambini e di 22 euro per gli adulti).

Nel caso delle scuole, l’attività è proposta al prezzo di 17,80 euro per ogni alunno.

Per il pranzo, è possibile prenotare alla Taverna medievale oppure fare un pic nic libero o in zona attrezzata.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here