Omicidio di San Rocco, in manette il mandante

0
612

I carabinieri di Monza, su ordinanza di custodia cautelare del tribunale monzese chiesta dalla pm della procura di Monza Sara Mantovani, hanno arrestato Giovanni Gambino, ritenuto il mandante dell’omicidio di Christian Sebastiano. Il 42enne ex tossicodipendente residente nelle case popolari di San Rocco, che aveva un lungo passato con la droga ma che – secondo i parenti – se ne era liberato, verso mezzogiorno del 29 novembre 2020 era stato raggiunto sotto casa  al civico 14 di via Fiume e accoltellato. Le indagini avevano portato subito a due giovani di 14 e 15 anni che erano state viste sotto i portici del palazzo. Stando al racconto della mamma e del papà della vittima, Cristian non aveva debiti con nessuno. I due giovani avevano ammesso di averlo ucciso perché li avrebbe trascinati nel mondo della droga. ma era chiaro che non avevano fatto tutto da soli. Per questo le indagini hanno portato poi a ricostruire tutto.  Secondo gli inquirenti il 43enne Gambino è il concorrente morale e mandante del delitto che sarebbe stato commesso dai minorenni su commissione dietro il pagamento di  2mila euro. Il movente del presunto mandante sarebbe legato allo spaccio di droga nel quartiere e da debiti di poco conto con la vittima. Giovanni Gambino è accusato di concorso in omicidio volontario e rapina.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here