Occhio all’autovelox! Ecco dove sono i 7 nuovi rilevatori

0
381

NORDMILANO – Sono molti gli automobilisti che ogni giorno, per studio, lavoro o altro, percorrono le strade del Nordmilano e del capoluogo. Ma forse non tutti sanno che proprio a Milano, dal marzo scorso, sono stati attivati sette nuovi autovelox per la misurazione elettronica della velocità. Le postazioni erano state individuate con decreto del Prefetto nelle strade urbane a scorrimento. In quattro di queste il limite è di 70 km/h: via Parri (direzione periferia), via Palmanova (direzione periferia), cavalcavia del Ghisallo (direzione centro) e via Fermi (direzione periferia) e in 3 è di 50 km/h: viale Famagosta (direzione piazza Maggi), via dei Missaglia (direzione periferia), via della Chiesa Rossa (direzione centro).

L’analisi dei tabulati e il riscontro delle immagini scattate dagli autovelox mostrano alcune automobili che hanno superato addirittura la velocità dei 180-190 chilometri orari,  in particolare sul cavalcavia del Ghisallo. Tra coloro che hanno superato i limiti, la velocità media è di 85 chilometri orari dove il limite è di 70 e di 65 chilometri orari dove il limite è di 50. Mediamente, il 59% degli automobilisti che supera il limite lo fa entro i 10 km/h; il 40% tra gli 11 e i 40 km/h ma vi è anche un 1% che supera nettamente i limiti imposti.

“Sono davvero impressionanti sia il numero delle violazioni al limite di velocità su queste strade urbane sia alcuni picchi che abbiamo riscontrato nei primi giorni. Come prevedibile, abbiamo già rilevato una tendenziale flessione del 20-30% delle infrazioni, ma certo è necessaria una maggiore attenzione alla sicurezza della strada da parte degli automobilisti perché i limiti vengono troppo spesso superati”, dichiara Marco Granelli assessore alla Sicurezza e Coesione sociale, Polizia locale.

Un’analisi dettagliata della Polizia locale nella settimana da domenica 16 a sabato 22 marzo, evidenzia che le sanzioni effettuate sono state 64.205, con una media giornaliera di 9.172 multe. I dati riguardano la seconda settimana di attivazione delle apparecchiature, dopo che tutti gli autovelox sono stati tarati perfettamente per mettere a fuoco le targhe dei veicoli che hanno superato i limiti di velocità consentiti. Ricordiamo infatti che gli scatti degli autovelox devono essere visionati uno a uno per verificare che la targa sia correttamente visibile e che la vettura non appartenga a Forze dell’ordine, veicoli di soccorso, Vigili del Fuoco o altra categoria esentata dal rispetto dei limiti. Come già sottolineato, nelle settimane successive, da un primo controllo, vi è un progressivo contenimento delle infrazioni tra il 20 e il 30%.

Le maggiori infrazioni ai limiti riguardano il cavalcavia del Ghisallo con 30.448 multe (4.349 al giorno); quindi via Fermi 10.182 (1.454 al giorno); viale Palmanova 7.381 (1.054 al giorno); viale Famagosta 5.121 (732 al giorno): via dei Missaglia 4.179 (597 al giorno); via Parri 3.911 (559 al giorno); via Chiesa Rossa 2.983 (426 al giorno).

Tutti gli autovelox sono segnalati da regolari cartelli stradali che in alcuni casi sono stati raddoppiati e, per sessanta giorni, dai pannelli a messaggio variabile.

Qui sotto una scheda con l’importo della sanzione prevista, suddivisa per fasce di infrazione:
–        superamento limite: 0-10 km/h: nessuna decurtazione di  punti patente, sanzione di 41 € (ridotta del 30% > € 28,70). Stesso superamento tra le ore 22 e le 7: 54,67 € (ridotta del 30% > € 38,27).

– 10-40 km/h: – 3 punti patente, 168 € (ridotta del 30% > € 117,60). Tra le ore 22-7 sanzione di 224 € (ridotta del 30% > € 156,80).

– 40-60 km/k: – 6 punti patente, sanzione di 527 € (*). Tra le ore 22-7 sanzione di 702,67 €.

– Oltre 60 k/h: – 10 punti patente, sanzione di 821 € (*). Tra le ore 22-7 1.094,67 €.

Negli ultimi due casi, oltre alla decurtazione dei punti della patente è prevista anche la sanzione accessoria della sospensione della patente che può andare rispettivamente dai 3 ai 6 mesi e dai 6 ai 12 se il superamento è di 60 km/h rispetto al limite imposto dalla strada).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here