Musica “sacra” nella parrocchia di San Bartolomeo

0
520
La musicologa brugherese Irene De Ruvo

BRUGHERIO – Ad un anno dal concerto organizzato per inaugurare l’avvenuto restauro del prestigioso organo Livio Tornaghi, l’organista e musicologa brugherese Irene De Ruvo inaugura la ripresa della stagione dei concerti a cura di “Imago Magi” e “Antiqua Modicia”.

L’atteso appuntamento è per sabato 8 febbraio 2014, ore 21, presso la Chiesa parrocchiale San Bartolomeo di piazza Roma, chiesa che custodisce il prezioso strumento realizzato nel 1859 dal monzese Tornaghie che si annovera tra le testimonianze più importanti della scuola musicale della Brianza.

E non a caso la conferenza-concerto dell’apertura della stagione 2014 è affidata proprio alla De Ruvo, perché è a lei che si deve la scoperta della preziosità del Tornaghi ed è lei che per ben tre anni ha diretto e vigilato sugli interventi di recupero.

Ed è ancora lei che ci anticipa: “L’8 febbraio sarà anche possibile attraverso la videoproiezine ‘scoprire’ dall’interno la ‘macchina’ organo, capirne il funzionamento, il segreto dell’emissione sonora e i meccanismi che consentono all’organista di modificare il suono e di scegliere i timbri da utilizzare durante l’esecuzione. Attraverso l’ausilio della telecamera si entrerà dunque fisicamente nello strumento”.

Questa importante esperienza ha consentito a Irene De Ruvo di scrivere a quattro mani con Mario Manzin il volume pubblicato nel 2013 dal titolo: “La tradizione organaria nel territorio monzese. Studi e ricerche in occasione del restauro dell’organo Livio Tornaghi 1859 della chiesa parrocchiale di San Bartolomeo in Brugherio”, primo studio approfondito sulla scuola organara lombarda e monzese, dalla metà del ‘700 alle ditte organare ancora attive sul territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here