Morto dopo 5 anni di coma il benzinaio Saponara

0
96

È morto dopo cinque anni e sette mesi di coma Francesco Saponara, 60 enne benzinaio accoltellato nel giugno del 2014 dall’allora 34enne Davide Frigatti, mentre lavorava nel suo distributore di benzina a Sesto San Giovanni. Frigatti, in preda a un delirio psicotico mistico-religioso, quel giorno aggredì anche il titolare di un autolavaggio, Franco Mercadante, uccidendolo, e Dario Del Corso, un pensionato che stava passeggiando al Parco Nord, ferito più lievemente. Bloccato dalla Polizia, è stato poi assolto dalla Corte d’Assise del Tribunale Monza per vizio totale di mente. Lo hanno fatto sapere i componenti del Direttivo della Lista Civica Giovani Sestesi che si sono stretti intorno al Vice Segretario Antonio Saponara, figlio del benzinaio. «Siamo coscienti che nessuna parola può valere a riempire un vuoto come quello lasciato da quest’uomo,strappato nel giugno 2014 alla sua casa e alla sua quotidianità dopo essere rimasto vittima di una brutale aggressione sul posto di lavoro, dove gli è succeduto proprio il figlio. Tutto ciò che possiamo fare è manifestare la nostra vicinanza e la nostra partecipazione al grande dolore della moglie e dei due figli, che nel corso degli anni, da quel giorno che ha segnato per sempre la vita di tutti loro, si sono prodigati per non far mancare al marito e al padreFrancesco affetto e un’esistenza il più possibilepiena e dignitosa» . I funerali si svolgeranno lunedì alle ore 10,00 presso la parrocchia di San Carlo Borromeo in via Boccaccio. Dopo le esequie sarà accompagnato al nuovo cimitero di Sesto San Giovanni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here