Mortale a Lissone, pirata arrestato dai carabinieri

0
765
allarme bomba, Parco Nord,Carabinieri

Omicidio stradale e omissione di soccorso. Queste le accuse di cui deve rispondere un trentenne equadoregno che sabato 19 settembre alle 9.30 avrebbe travolto uccidendola una motociclista monzese di 56 anni sulla Valassina. La donna stava viaggiando in sella alla moto col marito 58enne in direzione Lecco a bordo di una motocicletta di grossa cilindrata, quando la due ruote è stata urtata da una Fiesta guidata dal trentenne. I due centauri sono stati sbalzati a terra e hanno strisciato fin sotto il guard rail tra le uscite di Lissone Nord e Centro. L’automobilista intanto è fuggito a piedi dopo che ha abbandonato l’auto a 200 metri da luogo dell’impatto. I carabinieri di Muggò si sono subito messi sulle tracce del pirata e dopo poco lo hanno rintracciato. il giovane aveva evidenti segni dell’impatto e si è subito giustificato dicendo che si era spaventato e per questo era fuggito. Poi è stato arrestato. Intanto l’altro ferito è ricoverato al San Gerardo e sembra che se la caverà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here