Monza torna capitale dell’acquarello

0
292

Dal 27 al 29 maggio, in collaborazione con l’Accademia Internazionale dell’acquarello, torna la quarta edizione del Festival dell’Acquarello, all’interno della quale si terranno mostre, conferenze, workshop e pittura en plein air nelle location piu’ prestigiose del centro storico e della Reggia. Fino al 26 giugno proseguiranno le esposizioni di opere di acquarellisti di fama nazionale e internazionale presso i Musei Civici e l’Orangerie della Villa Reale, oltre a quelle selezionate con il ‘Monza International Contest’ presso la Galleria Civica.  MUSEI CIVICI. La sala espositiva raccoglierà opere di artisti di fama internazionale, mentre nella sala conferenze saranno in mostra i quadri di pittori che hanno partecipato al Contest nelle precedenti edizioni e che si sono distinti per la qualità dei lavori. Apertura sino al 26 giugno. GALLERIA CIVICA. Ospiterà i quadri in concorso al Contest dei pittori che hanno superato la valutazione della Commissione Selezionatrice e a pieno titolo verranno esposti al pubblico. I dipinti selezionati saranno 250, incrementando nettamente i numeri dell’anno passato e migliorando decisamente il livello qualitativo. Notevole quest’anno anche la presenza di pittori stranieri. Le nazioni rappresentate sono Francia, Belgio, Finlandia, Spagna, Romania, Polonia e alcuni Paesi dell’America Latina. Apertura sino al 26 giugnoORANGERIE DELLA VILLA REALE DI MONZA. È la grande novità di quest’anno. Il Consorzio Villa Reale e Parco ha messo a disposizione la sala dell’Orangerie, dove verranno esposte le opere più importanti della manifestazione, oltre a una sezione dedicata agli acquarelli giganti. Il luogo diverrà così il fulcro dell’intero Festival sia per i tre giorni dell’evento sia per l’intera durata della mostra, che avrà luogo dal 27 maggio sino al 26 giugnoSALA MADDALENA. La storica sede ospitera’ per gli appassionati le demo masterclass dando la possibilità di osservare un artista che crea in diretta la propria opera con l’ausilio di sofisticate apparecchiature ad alta definizione. Le dimostrazioni avranno inizio sabato 28 maggio e si protrarranno sino a tutta domenica 29 maggioMANZONI16 SPAZIO EVENTI. È il nuovo spazio multifunzionale di proprietà dell’Agenzia Generali di Monza. Nella sala conferenze si proporranno approfondimenti su temi legati all’acquarello e presentazioni di libri tematici. Le altre sale ospiteranno gli Illustratori della Scuola del Castello di Milano, oltre ad una ricca raccolta di Carnet de Voyage.  ROSETO NISO FUMAGALLI. Sulla scorta del successo dell’anno passato viene riproposto il concorso “la bella di Monza”, una estemporanea che si terrà nel roseto domenica 29 maggio e che premierà il miglior dipinto individuato dall’apposita commissione giudicante. Il contest è aperto a tutti coloro che si iscriveranno e si svolgerà all’interno del Roseto. Sempre nello stesso luogo, nel corso dei tre giorni si terrà l’evento del pittore delle rose per eccellenza Sattha Homsawat (in arte La Fe), che delizierà i presenti con una dimostrazione pittorica accompagnata da una “passeggiata profumata” tra le rose antiche. Nelle piazzePIAZZA SAN PIETRO MARTIRE. Sarà dominata dagli illustratori che esibiranno i loro lavori ed intratterranno il pubblico svelando i segreti della loro arte. Sempre nella piazza si darà corso ad un esperimento: realizzare un’opera pittorica a piu’ mani, lunga ben dieci metri e larga 1 metro, piegata a fisarmonica (il meglio noto “leporello”). Il tema conduttore dell’espressione artistica è dettato dal titolo “i misteri del bosco”. Quest’ anno si aggiunge anche una testimonianza del passato, il teatrino Kamishibai accompagnato da un organetto. Le iniziative si svolgeranno nel corso dei tre giorni dell’eventoPIAZZA CARROBBIOLO. Qui si terrà Monza in Acquarellino tutto dedicato ai giovanissimi artisti. Le iniziative si svolgeranno nel corso dei tre giorni dell’eventoPIAZZA ROMA. In calendario il consueto mercatino, dove le principali aziende del settore esporranno i lori nuovi prodotti e consentiranno agli interessati di provare i colori, i pennelli e le nuove carte da disegno. Sotto i portici dell’Arengario si alterneranno esibizioni di pittura, interviste agli artisti e le dimostrazioni dei monaci zen con la pittura Sumi-e.Sarà visitabile dalle 9 alle 19, nei tre giorni dell’eventoPIAZZA DUOMO. Accoglierà l’altra parte del mercatino. Sarà inoltre presente un maestro cartaio in costume d’epoca, che mostrerà il processo antico di realizzazione della carta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here