Monza, ritrova il suo speciale triciclo grazie a Facebook

0
542
Ritrova il triciclo che usa per muoversi grazie alla pagina Facebook della Polizia locale di Monza. La storia di un disabile quarantaseienne ha dell’incredibile ma potrebbe diventare il lieto fine per tanti derubati delle biciclette in città. Tutto inizia una decina di giorni fa quando al monzese diversamente abile con difficoltà motorie di 46 anni viene rubato il suo speciale tricliclo. Lo scorso 3 marzo gli agenti della Polizia Locale trovano la bicicletta abbandonata in un giardino pubblico di via Umbria. Il giorno successivo l’Ufficio di Polizia Giudiziaria, che gestisce gli oggetti e le biciclette ritrovate sul territorio, ha pubblicato la fotografia del «triciclo» sulla pagina Facebook @bicicletteritrovatemonza. Nel pomeriggio del giorno stesso presso il Comando di via Marsala si presenta un uomo che, informato da alcuni amici dell’esistenza della pagina Facebook, aveva visto la foto del suo mezzo di trasporto. Dopo averlo descritto con dovizia di particolari, gli agenti hanno provveduto a restituire al legittimo proprietario «triciclo».
Da quando è stata messa online la pagina Facebook @bicicletteritrovatemonza, cioè da aprile 2019, sono state pubblicate 67 foto di biciclette rinvenute sul territorio della città e con molta probabilità rubate. Di queste 6 sono state restituite ai legittimi proprietari che hanno potuto dimostrare l’effettivo diritto.
«La tecnologia si sta rivelando uno strumento importante per contrastare l’odioso fenomeno del furto delle biciclette, commenta l’Assessore alla Sicurezza e alla Mobilità Federico Arena. In questo modo proviamo a contrastare i furti e la ricettazione perché altrimenti risalire ai proprietari delle bici rubate risulta molto difficile. È importante tenere alta l’attenzione su un fenomeno purtroppo crescente che riguarda tutte le città dove l’uso della bicicletta è molto diffuso. Per questo invito a far punzonare la propria bicicletta e, a chi subisce un furto, fare sempre denuncia e controllare la pagina Facebook attivata dalla Polizia Locale». E novità sono in arrivo proprio in merito alla punzonatura che consiste nell’apporre sul telaio, in modo indelebile, il codice fiscale del proprietario. «Da aprile – annuncia l’Assessoresarà possibile “marchiare” la propria bicicletta presso la Bicistazione di via Arosio. Un servizio gratuito che sarà gestito da “Monza Mobilità” e che potrà essere prenotato facilmente anche via web. Ciò consentirà di ampliare enormemente il numero delle persone che potranno far punzonare la propria bicicletta. La Polizia locale effettua controlli periodici sul territorio che permettono di recuperare biciclette di incerta provenienza e che hanno consentito anche di arrestare dei ladri. Però il primo passo tocca a noi: la punzonatura, unita a una robusta catena con lucchetto, è il primo deterrente al furto di biciclette».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here